«Perché indimenticabile, ancora sei per me…». Tanti auguri Mirkè

mirko
© foto www.imagephotoagency.it

Nel ricordo di Mirko Fersini, ragazzo degli allievi della Lazio, che perse la vita in un incidente stradale. Oggi avrebbe compiuto 23 anni

Fersini?’.  ‘Mirko 2 capitano grazie!’. Così ti ricorderemo: condottiero, leader, bravo ragazzo, sempre sorridente, sicuro di se. Sono passati sei anni eppure sembra ieri che te ne sei andato. ‘Frase fatta?’ Macchè, ogni giorno chiunque entra a Formello, vede le tue foto e tutti i ricordi tornano in mente. ‘Che n’ce credi?’ Va un po’ a vede sul campo centrale chi ci sta va. Si, ci s’allena la prima squadra e ce gioca la Primavera, ma tu ce stai sempre. ‘Che fai? stai co tutte e due?.‘ Vabbè rispondo io dato che tu non puoi: beh probabilmente, in Primavera c’avresti giocato, eccome se c’avresti giocato. E di conseguenza oggi, ci saresti stato anche tu in questa Lazio, piena di giovani, tuoi amici e coetanei. Ci saresti stato perché tu eri forte, pieno di gioia e di vita, quella che il 14 aprile 2012, ti venne ingiustamente sottratta.

RICORDO – Va bè su, basta, oggi non possiamo parlà di cose brutte, oggi è la festa tua. Non perché sei na donna come te diceva sempre Lorenzo, perché oggi è il compleanno tuo, ne so 23. Non so come lo festeggi lassù, noi però quaggiù, staremo tutto il giorno a pensa a te, quindi è come se stessimo tutti insieme alla festa tua. Tutti laziali sia chiaro, l’amico del cuore tuo Lorenzo, tutti i compagni tuoi di squadra, quelli di scuola, la tua famiglia, tutti quanti. Taglia pure la torta e soffia le candeline, mi raccomando, non ti preoccupa se non vedi nessuno,  tanto tu lo sai: anche se lì sembri essere solo, tu solo non lo sarai mai. “Tu non sarai mai sola, vola, un’aquila nel cielo, più in alto sempre volerai. Insieme agli aquilotti noi voliamo via”. Te ricordi come fa sì? Avoglia se te la ricordi, si sente fino a qua quando la canti. Questa è per te, perché tu solo non ce poi sta, sei uno de noi. Nessuno ti lascerà mai solo e nessuno si dimenticherà mai di te. “Ci penso ogni singolo giorno della mia vita”. ‘Lo sai chi l’ha detto questo Mì?‘ Mister Simone, madonna quanto te voleva bene. Pe lui eri come un figlio, come tutti gli altri amici tuoi, quelli che hai lasciato a piagnè quaggiù. No tranquillo, oggi nessuno piagne, oggi è festa, la festa tua. A proposito mo facciamo un gioco, io te faccio na domanda e tu mi rispondi, pure piano piano, io tanto te sento. Sei Pronto?’. Ok allora vado. “Fersini?”. “MIRKO 2 CAPITANO, E GRAZIE A TUTTI!