Chiara Insidioso, mamma disperata: «Cerco un lavoro per aiutare mia figlia»

© foto @Facebook

Chiede aiuto la mamma di Chiara Insidioso Monda: «Non chiedo elemosina, ma soltanto un lavoro per una vita dignitosa»

Un atto disumano, una famiglia distrutta, tante vite cambiate per sempre. Non se la passa bene la famiglia di Chiara Insidioso Monda, ragazzina ridotta ad uno stato di invalidità permanente dalla violenza dell’ex fidanzato. La richiesta di aiuto era già passata poche settimane fa dalle telecamere del programma “Le Iene”. Adesso però la disperazione ha spinto la madre a rivolgere tramite Facebook un messaggio al sindaco di Cerveteri, Alessio Pascucci. Ecco la lettera: «Sono disperata. Chiara è ricoverata a Roma in un centro per lungo degenti gravi. Io sono accanto a lei tre giorni a settimana per assisterla. Non lavoro e non ho una casa. Da quando è accaduta la disgrazia tre anni fa le ho chiesto aiuto per avere un lavoro e una casa. Dopo due anni ho ottenuto, dai servizi sociali, un assegno di trecento euro al mese, che mi è stato sospeso dopo pochi mesi per mancanza di fondi. Ora non ho più soldi per mangiare e per viaggiare col treno per andare da Chiara. Sono veramente disperata. Chiedo un lavoro per vivere dignitosamente. Non chiedo l’elemosina!», conclude Danielle.