Connettiti con noi

Champions League

Champions, maxi progetto dell’Eca: centralità e gestione dei diritti tv

Pubblicato

su

I club di Champions League starebbero pensando di riunirsi in una governance per avere più potere economico

La Champions League si prepara alla riforma del 2024 e con esso anche i club europei. Come riporta il Financial Time, le società che fanno parte dell’Eca, l’organizzazione che riunisce 240 club del continente e che è presieduta da Andrea Agnelli, starebbero pensando di riunirsi in una governance che si preoccupi di gestire tutti i diritti media e di sponsorizzazione di Champions ed Europa League.

Si andrebbe così a creare un nuovo modello di controllo che non prevede più l’esclusiva centralità della UEFA, ma in condivisione con i club europei che acquisirebbero così maggior potere economico. Le società potrebbero così decidere di cedere i propri diritti anche a servizi streaming online e non solo alle pay-tv, ma potrebbero anche consentire l’ingresso di fondi private equity. Quest’ultimo, è un dibattito vivo anche in Italia con i club che stanno discutendo sull’apertura o meno nel nostro calcio agli investitori esteri.

Advertisement