Connettiti con noi

Hanno Detto

Lazio Women, Catini «Il Derby per chiudere al meglio, il prossimo anno…»

Pubblicato

su

Massimiliano Catini, allenatore della Lazio Women, ha parlato alla vigilia del Derby contro la Roma: le sue dichiarazioni

Intervistato da Lazio Style Channel, Massimiliano Catini, tecnico della Lazio Women, ha parlato del Derby in arrivo e fatto un consuntivo della stagione, chiusa con la retrocessione, con un occhio già al prossimo anno:

«Bene, non può essere altrimenti. La partita giusta per chiudere il campionato nonostante il verdetto ci vede retrocedere. Perlomeno c’è la possibilità di chiudere con una gara importante, dimostrare a tutti che il girone di ritorno ha messo in mostra la vera anima della Lazio».

GARA CON LA ROMA – «Sarebbe un risultato importante, come lo sarebbe anche il pareggio. Affrontiamo una squadra che ha avuto una crescita importante nel girone di ritorno con tanti innesti importanti a gennaio, che hanno dato solidità e costanza. Il pareggio con la Juventus e il raggiungimento del secondo posto sono la conferma che la squadra è in salute e che domani verrà a dar battaglia».

CLASSIFICA – «Credo che la classifica rispecchi le forze delle varie società. La Juve partiva favorita e ha mantenuto risultato minimo che poteva ottenere. Se si fosse andati avanti, avrebbe rischiato qualcosa. La Roma della seconda parte dell’anno è molto più concreta. Ha diminuito il gap con la Juve. Qualcosa in più poteva fare il Sassuolo e l’Inter. La classifica rispecchia i valori, l’ho detto anche alle ragazze».

PROSSIMO ANNO – «Il girone di ritorno deve essere il punto di partenza per l’anno prossimo. A questo gruppo credo non si potesse chiedere di più. Hanno dimostrato di metterci l’anima, di lottare su ogni pallone, le differenze tecniche però alla fine vengono fuori. Siamo soddisfatti per il lavoro fatto, probabilmente qualcosa di più si poteva fare, stiamo parlando comunque di una retrocessione. Il fallimento c’è. Domani lotteremo, sono strasicuro, contro la seconda forza del campionato ad armi pari. La differenza la fa lo stimolo, la volontà di combattere, sono convinto che le ragazze daranno battaglia».

RINNOVO VISENTIN – «Spero che continui a segnare, anche domani. Segnale della società è importante, segnale di continuità, di ripartenza da dove si è fatto bene. La Lazio voleva Visentin, Visentin voleva la Lazio. Sarà importante mettere in condizione Noemi di rendere ancora meglio rispetto a quest’anno. Ho avuto il merito di metterla in carica, quella che ha fatto è lei. È una trascinatrice dentro e fuori dal campo, quello che ha raggiunto è merito del suo lavoro. Noi abbiamo dato quel pizzico di fiducia che a lei mancava».