Serie A, Castellacci: «Difficile giocare alle 16:30 per il caldo»

© foto www.imagephotoagency.it

Il presidente dei medici sportivi italiani frena sulla ripresa della Serie A: giocare alle 16:30 può essere pericoloso per il caldo

Per far sì che la Serie A possa concludersi, si dovrà giocare durante i mesi più caldi dell’anno.

Enrico Castellacci, presidente dei medici sportivi italiani, ha dichiarato a Radio Kiss Kiss Napoli: «È difficile giocare a quell’ora perché in estate fa molto caldo. Mi ricordo il mondiale in Brasile, giocammo con un tasso di umidità del 90% all’1,00 del pomeriggio. Sono climi difficili da sopportare. È un orario che avrei evitato puntando su altre fasce orarie. Quattro settimane di lavoro? Sarebbero essenziali. Tre settimane sarebbero il minimo, quattro il giusto! Ho delle perplessità per quanto riguarda il protocollo e la sua applicabilità per delle squadre di Lega Pro e Serie B. Mi domando come possa ripartire il campionato di Lega Pro se queste linee guida non possono essere applicate».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy