Gabbiadini, Zaza, Azmoun, Balotelli: la Lazio cerca un attaccante

Balotelli
© foto www.imagephotoagency.it

Gabbiadini, Zaza, Azmoun e Balotelli. Sono questi i nomi che la dirigenza sta prendendo in esame per regalare ad Inzaghi un altro attaccante

Una valanga di gol ha consacrato la Lazio come la squadra col migliore attacco d’Italia e tra i più prolifici d’Europa. Tra campionato e le varie coppe, sono 123 le reti messe a segno. Numeri da record che, però, non sono ancora una garanzia. Il primo vertice composto da Inzaghi e Tare è andato in scena, una cena tranquilla durante la quale il mister avrebbe chiesto al ds rinforzi in attacco. Come riportato da Il Messaggero, vorrebbe un profilo con caratteristiche diverse da Immobile e Caicedo, ammesso che l’ecuadoriano rimanga a Roma. Nei piani, l’idea di cambiare modulo passando dall’ormai collaudato 3-5-1-1 al 3-4-1-2 con due attaccanti di ruolo davanti a Luis Alberto.

GABBIADINI – Quello di Gabbiadini è ormai un nome noto: già nel 2013 la trattativa si fece concreta per il trasferimento. È una candidatura che piace alla società. Il giocatore ha trascinato il Southampton verso l’orizzonte della salvezza, su di lui ci sono più club, ma la concorrenza non è così spaventosa. L’ex Napoli infatti accoglierebbe di buon grado un rientro in patria, soprattutto in una piazza calda come quella romana. 15 milioni la cifra base per poter fare discorsi di mercato, ma la squadra inglese ha ancora dei conti aperti con la Lazio relativi alla cessione di Hoedt. Le caratteristiche di Manolo si adatterebbero perfettamente agli schemi biancocelesti: Inzaghi potrebbe infatti utilizzarlo sia come centravanti, che esterno o seconda punta. Il vero ostacolo potrebbe essere lo stipendio: 2,5 i milioni percepiti, numeri su cui si può lavorare.

AZMOUN E ZAZA – Discorso simile per Zaza: anche lui cerca il ritorno in Italia e un’eventuale avventura nella Capitale lo stuzzicherebbe parecchio e lo stipendio si attesta su cifre più basse. Facile immaginarlo duettare con Ciro Immobile o interpretare le indicazioni di Simone. Un’altra strada, battuta più e più volte, è quella che conduce ad Azmoun. L’iraniano è un pallino della dirigenza, i contatti con l’entourage sono buoni, ma lo status di extracomunitario fa riflettere ed invita a non prendere decisioni avventate. La suggestione dell’estate, però, porta un solo nome: Mario Balotelli, tornato anche protagonista con la Nazionale. La Lazio potrebbe decidere di accogliere la proposta di Raiola: un’operazione sicuramente complicata e non priva di rischi, ma forse quella che renderebbe Inzaghi davvero soddisfatto.