AIC, Calcagno: «Nessun accordo per il prolungamento dei contratti»

© foto @CalcioNews24

Calcagno, Vicepresidente dell’Assocalciatori (AIC), ha fatto chiarezza sulla questione dei contratti in scadenza al 30 giugno

Ieri in FIGC si è tenuto il Consiglio Federale per risolvere la questione sulle alternative in caso il calcio italiano dovesse subire un nuovo stop. Presente, tra i tanti rappresentanti, anche Umberto Calcagno.

Il Vicepresidente dell’AIC oggi è intervenuto a Radio Kiss Kiss dicendo: «Il sistema vuole conservare le attuali rose per la prosecuzione del campionato. Questo è un interesse del sistema. Ci potremmo trovare con rose completamente differenti e l’equilibrio del campionato cambierebbe. I casi estremi saranno probabilmente uno o due al massimo. Lo sforzo che si deve fare è quello di provare a dare delle indicazioni e cercare di avere delle linee guida. Ad oggi non c’è un accordo tra le componenti federali sul prolungamento dei contratti ma sicuramente per la prossima settimana potrebbe essere risolta la faccenda. Me lo auguro. Le norme sull’iscrizione al campionato prevedono la possibilità del contenzioso. Oggi noi non possiamo avere una certezza perché è una cosa che solo una società potrà decidere. Una società che non ha raggiunto accordi con i giocatori potrebbe inviare una PEC per introdurre un ricorso. Se noi non risolviamo questa variabile sarà difficile capire quali linee guida rispettare».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy