Brocchi: “Lazio, per vincere con la Juve bisogna essere cinici. Mauri in questo momento puó essere un valore aggiunto”

© foto www.imagephotoagency.it

Per parlare del match di Coppa Italia, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio, l’ex centrocampista biancoceleste Cristian Brocchi. L’attuale tecnico della Primavera del Milan vede il bicchiere mezzo pieno:“Ho visto una buona partita ieri sera, ben giocata e ben interpretata, contro una Juve che, in questo momento, sta facendo molto bene ed è ostica per tutti. La Lazio poteva creare un po’ di più, bastava anche una sola occasione in più di quella avuta con Keita per vincere. I bianconeri ti concedono talmente poco che devi essere bravo a creare, soprattutto quando hai occasioni importanti, bisogna prenderle al volo. La differenza te la fanno anche i difensori della Juve che concedono poco e hanno una sicurezza e una capacità nel non far attaccare la squadra avversaria. Lichtsteiner e Alex Sandro hanno più capacità di contenere le giocate dei calciatori della Lazio. Sono bravi in fase propositiva e di spinta, hanno grande corsa e qualità e, in una partita a eliminazione diretta, la scelta è stata su di loro anche per un discorso tattico e strategico”. Anche secondo Brocchi, Mauri avrebbe bisogno di più considerazione: “Un giocatore come lui, al netto delle sue condizioni, con le sue giocate offensive e le sue verticalizzazioni potrebbero essere una soluzione in questo momento. Un trequartista che ti concede varianti in attacco. E’ importante perché se una squadra risulta prevedibile poi le difese avversarie fanno meno fatica a ribattere. Il fatto di mettere in difficoltà difese avversarie con giocate differenti, come quelle che Mauri negli anni ci ha abituato a vedere, può essere un valore aggiunto”. Poi sulle dichiarazioni di Klose: “Bisogna attaccare con due o tre uomini in area di rigore. Nel calcio di oggi non serve solo la giocata del singolo o recuperare più palle possibili, ma la quantità di uomini in area di rigore, altrimenti, una squadra come la Juve in netta superiorità, riesce a gestire tranquillamente la situazione”. Infine un giudizio sul prossimo avversario di domenica, il Chievo: “Gioca un ottimo calcio, è una squadra che ha dalla sua parte il fatto di non avere le pressioni di altre squadra. Vivono con grande serenità il loro cammino, è un gruppo con dei giocatori che hanno ottima aggressività in campo, cattiveria agonistica e molte idee. Sono in grado di mettere in difficoltà qualsiasi squadra, ma la Lazio ha tutte le qualità per poter vincere la partita e poter riprendere un cammino importante“.