Brocchi: “La Lazio ieri doveva vincere ma non ci si può affidare sempre a Candreva o Anderson”

© foto www.imagephotoagency.it

Pareggio a reti inviolate ieri per la Lazio contro il Frosinone: un risultato amaro che sta stretto a Pioli soprattutto in chiave Europa League. Ai microfoni di Lazio Style Radio è intervenuto l’ex biancoceleste Cristian Brocchi analizzando la partita di ieri e in generale il periodo che la sua ex squadra sta affrontando. “Io non ho visto tutta la partita.Il Frosinone stava lottando per salvarsi ed era chiaro il suo modo di giocare, la Lazio doveva vincere. Rimanere a secco di gol è stato davvero un peccato. Per caratteristiche dei giocatori si cerca troppo di affidare tutto agli attaccanti esterni della Lazio e si rischia di diventare prevedibili. Non ci si può sempre affidare a Candreva o Anderson e sperare che loro si inventino qualcosa. In ogni squadra è importante il giusto mix tra giovani e ‘vecchi’. E la Lazio ce l’ha. Il pareggio vale relativamente. Questa stagione sta avendo troppi alti e bassi. La speranza è che un appuntamento come quello dell’Europa possa essere un grande stimolo per arrivare fino in fondo. È comunque un obiettivo prestigioso. Matri?  Siamo amici da tantissimi anni, siamo tanto legati. Abbiamo condiviso tanti momenti e ci vogliamo bene. L’umiltà è la sua qualità più grande che lo ha portato dov’è”.