Bernardini (Il Messaggero): «Felipe Anderson? Era giusto separarsi. La società sta lavorando su un Mister X…» – ESCLUSIVA

tour Lazio
© foto www.imagephotoagency.it

ESCLUSIVA LN24 – E’ intervenuto ai nostri microfoni Emiliano Bernardini, giornalista de Il Messaggero che si occupa delle tematiche riguardanti la Lazio

I biancocelesti lavorano duramente sotto le Tre Cime di Lavaredo. Tanta gioia e Lazialità hanno invaso il ritiro di Auronzo di Cadore, d’altronde come ogni anno. Mentre i giocatori sudano tra corse nei boschi e allenamenti vari, il ds Igli Tare è costantemente al lavoro per rinforzare maggiormente la rosa. Per parlare del mercato biancoceleste e molto altro, è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Lazionews24.com Emiliano Bernardini, nota penna de Il Messaggero. Ecco le sue parole.

Con la cessione di Felipe Anderson dovrà essere sicuramente trovato un sostituto all’altezza…

«La storia tra Felipe Anderson e la Lazio era arrivata ormai al capolinea. Giusto separarsi. Lo dimostra anche l’ondata d’affetto e non di odio prodotta sui social. Una separazione consensuale. Certo che ora la società deve trovare un uomo che accenda la fantasia. Inzaghi spinge per Gomez».

Acerbi è uno dei giocatori più incitati e ricercati di tutto il ritiro di Auronzo, ma in molti pensano che non sia in grado di raccogliere la pesante eredità lasciata da de Vrij…

«Acerbi è stato chiesto a gran voce da Inzaghi. E’ un uomo vero. Magari nell’immaginario collettivo non avrà lo stesso appeal di de Vrij ma è un calciatore serio, conoscitore della Serie A e cosa ancor più importate è un uomo-spogliatoio. I tifosi hanno sentito da subito un feeling. Bene così. Come sempre poi sarà il campo ad emettere il giudizio finale».

L’ex Salernitana Sprocati sta dando il 100%, mostrando impegno e tanta voglia di fare bene; in Serie B ha già dimostrato di possedere ottime qualità…

«Sprocati è una scommessa, come quella fatta nell’anno passato con Luiz Felipe. E’ giovane e ha voglia di mettersi in mostra, starà a lui cogliere o meno la grande chance concessagli. Alla fine, se ci pensate, è costato zero….».

Per l’attacco si è un po’ raffreddata la pista che porta a Wesley del Club Brugge; Inzaghi avrebbe voluto avere a disposizione il brasiliano già per il ritiro di Auronzo…

«Mister Inzaghi avrebbe voluto tutti gli uomini chiave ad Auronzo. Sull’attaccante si sta facendo una valutazione. Non è detto che il sostituto di Felipe Anderson non possa essere uno che all’occorrenza venga schierato anche da attaccante. E poi c’è sempre il Mister X di gran nome…», conclude Bernardini.

Articolo precedente
milinkovic marusic nazionaleMilinkovic, ancora nessuna offerta: il rientro alla Lazio si avvicina e Kezman…
Prossimo articolo
d'amicoD’Amico e la maglia numero dieci: «Luis Alberto ha sbagliato a prenderla»