Connettiti con noi

Hanno Detto

Belleri: «Vedo miglioramenti della squadra nel capire il Sarrismo»

Pubblicato

su

L’ex difensore biancoceleste è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel per parlare della squadra di Sarri e dei suoi ricordi

L’ex difensore biancoceleste Belleri è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel per parlare della squadra di Sarri e dei suoi ricordi. Ecco le sue parole:

RICORDI – «Contro il Marsiglia giocai nel doppio match valido per l’Intertoto, nell’estate 2005. Fummo eliminati nonostante un buon pareggio ottenuto all’andata: al ritorno perdemmo per tre ad uno, io mi ruppi una costola dopo il primo quarto d’ora».

ANDAMENTO LENTO – «La Lazio del derby mi è piaciuta moltissimo sia dal punto di vista tecnico che emotivo, il successo contro l’Inter è una conseguenza di quella sfida. I biancocelesti stanno mostrando dei progressi nell’apprendimento della filosofia di Sarri. Dopo il derby non mi aspettavo il k.o. contro il Bologna; quindi, attenderei le prossime gare per verificare l’andamento della Lazio nelle partite con le piccole».

FELIPE ANDERSON – «Non mi aspettavo un Felipe Anderson così forte, ha trovato probabilmente una serie di fattori mentali ed ambientali positivi che lo hanno portato a disputare delle gare strepitose. Ha fatto qualcosa di importante sotto il punto di vista tecnico, di corsa e di personalità».

CONCORRENZA IN DIFESA – «Lazzari è un ottimo giocatore, lo scorso anno ha messo in mostra buonissime cose. Se trova continuità da titolare acquisisce ancor più forza e determinazione. Se viene messo in discussione, invece, deve trovare la personalità giusta; probabilmente Sarri vuole tenere viva la concorrenza con Marusic anche se sabato in una parte della gara hanno giocato insieme».

FORMAZIONE PER GIOVEDI – «Se fossi in Sarri giovedì farei giocare la squadra di sabato, siamo ancora ad inizio stagione. La sfida contro il Marsiglia sarà importante e difficile, i francesi sono un avversario di livello. Una vittoria accrescerebbe la fiducia dei calciatori e dello staff».

OBIETTIVI – «Dove può arrivare la Lazio? L’obiettivo dei biancocelesti credo sia quello di tornare in Champions League provando anche ad arrivare in fondo in Coppa Italia, un trofeo che può dare entusiasmo per il campionato».