“Anxur Biancoceleste”, premi per Milinkovic e Prce. Manzini: «La lazialità è amore!»

© foto www.imagephotoagency.it

Una serata all’insegna della lazialità quella organizzata ieri al ristorante La Capannina a Terracina per la prima edizione del premio “Anxur Biancoceleste”, un riconoscimento per chi durante l’anno si è distinto per meriti e lazialità. Anche in questo caso tutto l’incasso della serata avrà un fine benefico e il ricavato sarà donato alle popolazioni colpite dal terremoto di Amatrice. Molti i biancocelesti ed ex presenti alla serata: Milinkovic, Prce, Manzini, Liverani  e l’ex presidente Sergio Cragnotti. Il Team Menager Manzini ha commentato così la serata: «La lazialità è qualcosa di indefinibile, è sacrificio, fede, passione, la lazialità è amore». Immancabile anche la presenza di Massimo Matestrelli, figlio di Tommaso: «Il motore della Lazio sono i tifosi, per me è un onore partecipare». Infine anche le parole di Sergio Cragnotti: «Quando ho acquistato la Lazio con Sensi ci eravamo ripromessi di rendere Roma la Capitale del calcio italiano e ci siamo riusciti. Spero che oggi la Lazio continui a farci sognare come sta facendpo fino ad ora».

Articolo precedente
Ledesma, sfuma l’idea Pescara. Ora ci prova il Crotone
Prossimo articolo
Biglia, futuro ancora alla Lazio: ma i LA Galaxy ci provano