Connettiti con noi

2013

Alla scoperta del “Principito” Biglia

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

El principito”, così lo chiamano in Argentina Lucas Biglia, nuovo centrocampista della Lazio. Il centrocampista classe ’86, è cresciuto tra le file dell‘Argentinos Juniors, ex squadra di Maradona, allenata da Luis Menotti, ct campione del mondo con la Seleccion, il quale ha creduto fin da subito in questo ragazzo: “ E’ tra i calciatori più tecnici visti negli ultimi cinque anni e destinato a una grande carriera” diceva l’ex ct. Questa parole riportate dal “Messaggero”, fanno ben sperare i tifosi biancocelesti. Il “Principito” ha poi continuato la sua carriere all‘Indipendiente per poi approdare nell’Anderlecht dove è diventato anche capitano. Nel 2005 ha vinto il mondiale Under 20 insieme a Messi. I suoi nonni erano fiorentini e questo gli ha consentito di ricevere il passaporto italiano. Biglia è un centrale di centrocampo che può giocare sia davanti la difesa che come intermedio. Nel campionato belga è uno dei giocatori più forti e conosciuti, gioca da regista e con la maglia dell’Anderlecht ha disputato anche la Champions e l’Europa League collezionando 55 presenze e realizzando 3 reti. Ha vinto 4 scudetti e, nella stagione 2007, è stato scelto come miglior calciatore del campionato. L’anno scorso è stato cercato anche dal Real Madrid, ma le pretese troppo alte del club belga hanno fatto allontanare i Blancos. Ora la Lazio lo ha acquistato per circa 6 milioni di euro.

Con la nazionale ha collezionato 7 presenze, vi è entrato in pianta stabile dal 2011, ma è destinato a giocare anche le prossime due partite, l’ultima in programma il 14 giugno. Il giorno dopo Biglia dovrebbe partite alla volta di Roma per firmare il contratto che lo legherà al club di Lotito per cinque anni percependo circa 1,5 milioni a stagione più premi.

Advertisement

News

Advertisement