Connettiti con noi

2014

Ag. Minala: “Aspettavamo l’occasione”

Pubblicato

su

Ai microfoni di RadioSei è intervenuto l’agente FIFA Diego Tavano. Di seguito le sue parole.

 Minala è andato nuovamente a segno contro il Latina… “Aspettavamo l’occasione, è stato bravissimo Joseph a farsi trovare pronto. Credo che un giocatore con le sue caratteristiche e il suo talento debba per forza di cosa giocare, ma il calcio non è una scienza esatta. E’ arrivato a Bari con un piccola ernia ombelicale che ha fatto si che il suo esordio slittasse di un mese, quando era pronto il tecnico che passava un momento non esaltante ha puntato sulla vecchia guarda. Ha continuato ad allenarsi bene, Nicola gli ha dato una piccola chance e l’ha colta”.

Con Onazi e Gonzalez in uscita si potrebbe profilare un ritorno a gennaio? Il percorso che si è studiato è un anno di apprendistato, per farlo diventare un calciatore di categoria, un po’ come ha fatto Cataldi. Il calcio di Serie A è diverso per qualità e ritmi, secondo me già è pronto ma sono di parte. Giocatori come lui in Germania vengono buttati dentro subito. Qui c’è una filosofia diversa, abbiamo deciso di seguire il percorso tecnico che ci ha chiesto la Lazio. Tra le tante squadre che lo volevano si è scelto Bari per l’importanza della piazza. Il ragazzo è molto contento al momento, ha ancora tanta strada da fare, è un percorso che sta andando come avevamo immaginato”.

La Lazio è alla ricerca di un difensore centrale. Ci sono possibilità che possa arrivare De Maio e quali sono le sue sensazioni? “De Maio era visto come un de Vrij per caratteristiche, si sta ottimamente comportando a Genova in un campionato incredibile. I rapporti tra i club sono ottimi, è ovvio che se arrivasse una chiamata saremmo felici. Quando si fa un acquisto in quel ruolo bisogna ponderare le caratteristiche, la Lazio ha diversi elementi simili. Oggi si cerca di mischiare la coppia, secondo me arriverà un giocatore pronto. Tare ha già fatto un gran colpo con Gentiletti e ha dimostrato che sa scegliere ottimamente. In questo momento escono tanti nomi, ma conoscendo la riservatezza del direttore difficilmente si saprà qualcosa”.