Strakosha abbassa la saranicesca: Marchetti rischia il ruolo da titolare?

atalanta strakosha lazio
© foto www.imagephotoagency.it

Thomas Strakosha non è più considerato solo un vice: i numeri che rischiano di sottrarre il posto a Marchetti nel ruolo di titolare alla Lazio

Sei partite su tredici totali senza subire gol: cinque in campionato, una nel derby di Coppa Italia. Thomas Strakosha ha chiuso la porta della Lazio, offrendo belle prove di forza tecnica e maturità psicologica. Parate e uscite, sceglie sempre i tempi giusti. Si è sempre fatto trovare pronto quando è stato chiamato in causa, la squadra ha molta fiducia in lui. I difensori non si fanno problemi a passare la palla indietro, lo coinvolgono nel palleggio. L’albanese ha piedi buoni, lo dimostra spesso, ma non deve cadere nella trappola della sicurezza: un pasticcio a Bologna sarebbe potuto costare caro, è andata bene, ma servirà da lezione. I numeri rendono merito al 21enne, fresco di rinnovo con la Lazio fino al 2022. Non è più soltanto un vice, la nomina inizia a stargli stretta. Fra i portieri con almeno 10 presenze di campionato è infatti secondo solo a Berisha per percentuale di parate (81% per Strakosha, 82% per Berisha). Vivono il derby albanese, loro che con i colori biancocelesti hanno un rapporto speciale. Inoltre sorprende il dato che i capitolini non riuscivano a chiudere 3 partite consecutive senza subire reti da 2 anni (ci è riuscita contro Udinese, Roma e Bologna). Nel marzo 2015 per i ragazzi di mister Stefan Pioli firmarono le vittorie contro Fiorentina (4-0), Torino (0-2) e Verona (2-0).

LA RIVINCITA – Strakosha si è rimboccato le maniche, ha lasciato le impronte dei guantoni in campo. Un anno fa era in panchina a Salerno, non trovava spazio dopo diversi errori. Oggi ha conquistato la Lazio, ha pronto il prolungamento di contratto ha tutto per diventare il titolare, può succedere a Marchetti già nella prossima stagione. Le cure del preparatore Adalberto Grigioni gli stanno servendo per crescere in tempi rapidissimi e dimenticare gli spettri della passata stagione. L’estremo difensore, da tempo ormai nella Capitale, sente questa maglia nel cuore, farà di tutto per difenderla.

Articolo precedente
Lazio formato trasferta: Inzaghi insegue il record di Pioli
Prossimo articolo
whoscoredWhoscored, Immobile nella top 11 della Serie A – FOTO