Connettiti con noi

Calciomercato

Strakosha sospeso tra rinnovo e addio: il suo futuro è a un bivio

Pubblicato

su

Thomas Strakosha è senza alcun dubbio uno dei nodi da sciogliere in casa Lazio. Ma quale sarà il futuro del portiere albanese?

21 gennaio. Sembra essere, così al primo sguardo, una data buttata a caso. In realtà quel giorno è stata l’ultima volta che Thomas Strakosha ha indossato la maglia da titolare. Da quel momento l’albanese, che ha tra l’altro ritrovato la sua Nazionale, è letteralmente scomparso.

Era la sfida di Coppa Italia contro il Parma, mentre per la sua ultima presenza in Serie A bisogna andare addirittura indietro fino al 6 gennaio e alla sfida casalinga contro la Fiorentina. Poi più nulla, ma solo tante voci e molto chiacchiericcio. Va detto che l’albanese è stato vittima di un problema alla coscia, ma soprattutto di un infortunio al ginocchio. Un infortunio che aveva persino fatto pensare a una possibile operazione. Voci che sono state però smentite direttamente dalla società con un comunicato datato 5 febbraio, dove veniva sottolineato come il calciatore veniva costantemente monitorato e il rapporto tra lui e la società fosse di rispetto e di fiducia.

Strakosha, il futuro è lontano da Formello?

Il buon Thomas è comunque tornato ormai da qualche partita tra i convocati, ma si è sempre accomodato sempre in panchina. Ed è per questo che a far parlare ora, visto lo scarso impiego in questa stagione, non può che essere il suo futuro. Anche perché, con un contratto in scadenza il 30 giugno 2022, Strakosha è davvero a un bivio: rinnovo o cessione? Di segnali che fanno pensare a un prolungamento del contratto, quantomeno al momento, ce ne sono davvero pochi. E qualche sirena dall’estero ha invece già iniziato a suonare. con Germania e Inghilterra in testa.

E tra l’altro è stato lo stesso portiere ad aprire, in un’intervista di un po’ di tempo a Sky Sport Germania, ad aprire all’ipotesi Borussia Dortmund: «Parliamo di un grande club, con uno stadio incredibile. Potrebbe essere un ottimo passo per la mia carriera. Chi non sarebbe interessato a giocare in un club del genere? La Bundesliga poi è un campionato interessante». E un occhio è stato recentemente strizzato anche alla Premier League, con alcune dichiarazioni al Guardian: «Penso che quello che inglese sia il miglior campionato che esista». Parole di addio? Non resta che attendere i prossimi mesi, ma il futuro dell’estremo difensore sembra ormai lontano da Formello.

Advertisement