Squinzi, Acerbi: «Mi è stato sempre vicino. Non voleva andassi alla Lazio, ma poi…»

Francesco Acerbi ricorda Giorgio Squinzi. Il presidente del Sassuolo è scomparso pochi giorni, oggi a Milano i suoi funerali

Tante le parole di cordoglio per la morte del presidente del Sassuolo, Giorgio Squinzi. Al fiume dei ricordi, si unisce anche Francesco Acerbi, storico pupillo del patron neroverde, durante la cerimonia d’addio: «Dovevo esserci, era una persona riconosciuta da tutti per i suoi valori. È il minimo essere qui, non potevo mancare per salutare l’ultima volta il dottore. Ha sempre detto le cose chiare, gli hanno voluto tutti bene. Mi è stato anche vicino fin da subito, nonostante non ci conoscessimo benissimo all’inizio».

Il difensore ha poi rivelato, ai microfoni di Sky Sport: «Ho parlato tante volte con Squinzi per andare alla Lazio. Lui non voleva assolutamente, ma come un padre ha lasciato andare il figlio quando ha compiuto di 18 anni. Prego sempre per lui».