Inzaghi: «Con la squadra sono stato chiaro, non dobbiamo mollare!». E sugli arbitri…

Inzaghi
© foto S. S. Lazio

Simone Inzaghi è intervenuto nella sala stampa di Formello, per presentare la sfida di domani tra Lazio e Udinese

Tra poco più di 24 ore, la Lazio tornerà nuovamente in campo per il recupero della venticinquesima di campionato contro l’Udinese. Di seguito la conferenza stampa di Simone Inzaghi:

Ci credete ancora nella Champions?

Certo, ci crediamo ancora. I giochi sono aperti, abbiamo tante gare a disposizione. Ci siamo passati sulla nostra pelle, abbiamo perso una Champions a 15 minuti dal termine del campionato. I ragazzi non mollano! Domani dovremo fare una grande gara.

Che stato d’animo regna in voi?

Chiaramente oltre tantissima rabbia siamo delusi. Dopo il primo tempo non meritavamo la sconfitta, però dovevamo concretizzare nel primo tempo. Con la squadra sono stato chiaro, non dobbiamo mollare! E’ normale che quello che è accaduto potrebbe togliere un po’ di motivazioni, ma ho la fortuna di avere un gruppo straordinario. 

Fattore arbitri…

Parto dal presupposto che si debba parlare di Udinese. Il mio sogno sarebbe poter recriminare solo su noi stessi. L’anno scorso abbiamo recriminato tanto e quest’anno lo stiamo facendo ancora su cose di contorno. Invece purtroppo dobbiamo recriminare su altri fattori.

Cosa pensi di Calvarese?

E’ un artbitro importante, al di là di quello che succede fuori ho l’obbligo di concentrarmi sui calciatori. Alcuni si sono allenati parzialmente, devo pensare a questo.

Come si prepara la gara di domani?

Sicuramente, abbiamo l’obbligo di crederci. Mancano punti e i ragazzi sanno che è tutto in gioco. Già da domani possiamo avvicinarci a quelle davanti. L’Udinese è una buona squadra, sabato non avrebbe meritato di perdere.

Chi mancherà domani? Marusic e Radu come stanno?

Ieri sia Marusic che Radu hanno svolto un lavoro parziale. Stanno meglio, ma dovrò valutarli oggi. Luis Alberto è squalificato, Berisha sarà l’unico indisponibile. Gli altri ci saranno tutti.

Acerbi come sta?

Francesco ha fatto due ottimi allenamenti. Sta bene, è coinvolto nel nostro progetto. Ci darà una grande mano domani.

Come sta Correa?

Correa ha preso una botta con Romagnoli. Gli esami hanno escluso lesioni, però il ragazzo ha preso una bella botta. Valuteremo oggi e domani se sarà disponibile.

Chi sostituirà Luis Alberto?

L’Udinese gioca 3-5-2, non so come si disponga domani. Sono attenti, hanno giocatori di gamba bravi nelle ripartenze. L’ammonizione di Luis mi è costata l’espulsione anche a me. Non era da sanzionare, sapevo che avremmo perso un calciatore importante per domani. Per la sua sostituzione ci sono Cataldi, Parolo e Bruno Jordao che è un ragazzo in continua crescita.

Persi troppi punti?

Col Milan meritavamo di più nel primo tempo, poi quell’episodio ci ha condannato. Domani abbiamo l’obbligo di fare risultato.