Signori: «Mi emoziono quando sento il coro “E segna sempre lui”. Il mio gol più bello? Di sicuro…»

signori
© foto www.imagephotoagency.it

Beppe Signori si racconta nel giorno del suo cinquantesimo compleanno

Nel giorno del suo cinquantesimo compleanno è intervenuto ai microfoni di Radio Incontro Olympia Giuseppe Signori. Ecco le sue parole: «Sentire il coro ‘E segna sempre lui’, mi fa venire i brividi. Il mio gol più bello? Secondo me quello con l’Inter, quello contro la Juventus in un 4-0 in sforbiciata il più difficile. Il Signori di oggi? Mi rivedo in Dybala. Quel sinistro mi ritorna in mente». Poi i consigli a Neymar e i suoi rigori: «Mi hanno chiesto quale era il trucco visto che aveva già sbagliato due trasformazioni. Gli ho detto semplicemente che deve guardare il ginocchio del portiere. Quello più in basso è quello su cui caricherà il tuffo. Mi sembra che non abbia più sbagliato…». Il gol più importante nei derby«Sicuramente quello dello 0-0. Il rigore concesso per il mani di Lanna. L’esultanza lo fa capire. Non sapevo più cosa fare, andai sotto la curva nonostante fossi ammonito e venni espulso. In quei momenti uno viene trasportato in un altro mondo». Infine un pensiero per i tifosi«Saluto calorosamente tutti i tifosi della Lazio e in generale tutti i tifosi che mi hanno dimostrato tanto affetto dopo diversi anni dall’addio al calcio. Da oggi potete venirmi trovare al mio Caffè 188. Oltre al ristorante ci possiamo prendere anche qualcosa insieme».