Connettiti con noi

News

Radu, la storia chiama: il romeno mette nel mirino il Bayern Monaco. Il motivo

Pubblicato

su

Stefan Radu non vede l’ora di affrontare il Bayern Monaco, sia per il livello della sfida sia per entrare nella storia della Lazio

L’attesa cresce. La Lazio aspetta la gara con il Bayern Monaco (andata degli ottavi di Champions League il 23 febbraio) per misurarsi con i più forti di tutti. Sono 20 anni che i biancocelesti non arrivano fra le prime 16 della massima competizione europea. All’epoca la formula prevedeva ancora i due gironi, la fase a eliminazione diretta cominciava solo con i quarti di finale.

Ma Lazio-Bayern Monaco sarà speciale anche per un altro motivo, perché potrebbe anche essere la partita del record di Radu. Il romeno, arrivato nel gennaio 2008, ha giocato 398 partite con i biancocelesti. Più di lui solo Giuseppe Favalli (a Roma dal 1992 al 2004), che ha chiuso la sua avventura nel club capitolino con 401 presenze. A Radu servono altre tre partite per pareggiare il record: da qui al 23 febbraio la Lazio giocherà con Inter, Sampdoria e Bayern, appunto. Poi si potrà pensare al rinnovo che è già pronto e potrà essere firmato nelle prossime settimane.