PRIMAVERA – La Lazio sbriga la pratica Lanciano e stacca il pass per i play-off

© foto www.imagephotoagency.it

Si conclude con una vittoria la regular season della Lazio, che tra le mura amiche supera 6-0 il Lanciano. Il duo Lensen-Santoni deve ancora fare i conti con assenze pesanti: quest’oggi non configuravano in distinta Quaglia, Borecki e Rossi, ma rientrano i due 99’ Petro e Spiezio, entrambi in campo dall’inizio. A centrocampo manca anche Folorunsho squalificato, arretra quindi Bezziccheri con Cardoselli in cabina di regia e l’insostituibile Murgia. Davanti Palombi ed Ennali si muovono ai lati di Calì che sostituisce Rossi.

PRIMO TEMPO – Partono subito forti i padroni di casa che ci provano da fuori con Murgia, conclusione a lato di un niente.
Ancora Lazio pericolosa intorno al quarto d’ora con Palombi che riceve un’ottima sponda di Bezziccheri e calcia in porta, ma Antonino si allunga e respinge. Ci sono solo i biancocelesti in campo: Ennali prova due conclusioni nella stessa azione. La prima viene respinta dalla difesa, la seconda termina fuori.
Il gol è maturo ed arriva al minuto 32’. A timbrare il cartellino è Aimone Calì che si gira rapidamente in area e da pochi passi porta in vantaggio i suoi. Quattro giri di lancette e arriva il raddoppio con Cardoselli. Cross bass di Palombi dalla destra, il centrocampista arriva dalla retrovie e piazza il pallone alle spalle di Antonino con il piatto destro. Uno-due micidiale dei ragazzi di Lensen e Santoni.
Non sono sazi i capitolini che trovano il 3-0 ancora con Calì, bravo a depositare in rete un cross di Palombi, oggi in versione assist-man.
A due dalla fine arriva anche un calcio di rigore per la Lazio: Pollice attera Murgia in area e viene ammonito, poi continua a protestare e l’arbitro estrae ancora una volta il giallo mandandolo anzitempo sotto lo doccia. Dal dischetto va lo stesso Murgia che realizza e si unisce alla sagra del gol. Play-off blindati con 45 minuti d’anticipo.

SECONDO TEMPO – Seconda frazione che inizia sulla falsa riga della prima. Lazio ancora vicina al gol con una doppia occasione di Murgia e Palombi sventata in angolo dalla difesa.
I biancocelesti sono padroni assoluti del campo, allora Lensen e Santoni concedono un po’ di spazio a Ceka che rileva Petro e a Miceli, capitano degli Allievi al suo esordio in Primavera, subentrato a Murgia.
Al 75’ arriva il quinto gol della Lazio con Palombi, che sugli sviluppi di un calcio di punizione, riceve da Cardoselli e mette il pallone sotto l’incrocio. Sono 19 le reti in questo campionato per il bomber di Tivoli, 21 se si conta la Coppa Italia. Dopo il gol fa il suo esordio entra in campo anche Nolano che rileva Ennali. L’esterno si mette subito in mostra procurandosi il secondo rigore di giornata. Sul pallone va Palombi che si fa respingere il tiro, il numero 7 si avventa sulla respinta ma Antonino dice ancora di no. Gioia personale che arriva nel finale per Nolano che si accentra e con il sinistro firma uno splendido gol.
Cala il sipario a Formello. La Lazio supera 6-0 il Lanciano e si proietta ai play-off di sabato prossimo sul campo dell’Empoli di Massimo Mutarelli.