Connettiti con noi

Campionato

Pagelle Roma Lazio: disastro Acerbi, Immobile lotta ma non incide

Pubblicato

su

I voti e i giudizi ai protagonisti del match valido per la 37esima giornata di campionato tra Roma e Lazio: le pagelle

REINA 5,5 – Nel primo tempo non viene impegnato molto e non può nulla sul gol dell’1-0 della Roma. Nella ripresa prende gol sull’unico tiro in porta della Roma.

MARUSIC 5,5 – Tiene bene per quasi tutto il primo tempo, ma in occasione del gol giallorosso si fa imbucare sulla sua corsia. Soffre anche lui dietro e, una volta spostato quinto a sinistra, non riesce ad incidere positivamente. (Dal 72′ FARES 5,5 – L’unico acuto è un tiro da fuori che finisce alto. Per il resto poco e niente).

ACERBI 4 – Lotta come un leone nella prima frazione di gioco, ma soffre un po’ in difesa e si fa bruciare da Dzeko in occasione del vantaggio giallorosso. Nella ripresa è sempre più in difficoltà e rischia in diverse occasioni: partita bruttissima per il numero 33, che viene anche espulso per un altro fallo sul bosniaco.

RADU 5,5 – Sembra quello più attento tra i tre difensori nei primi 45 minuti, ma è colpevole di aver lasciato Mkhitaryan un po’ troppo solo in occasione della rete. Soffre molto anche lui nel secondo tempo, ma l’esperienza lo aiuta  a tenere in difesa. (Dal 72′ CAICEDO s.v.).

LAZZARI 5,5 – Nella prima metà di gara corre tantissimo come sempre, creando diverse apprensioni nella difesa della Roma. Nei secondi 45 minuti non spinge molto sulla fascia, ma risulta decisivo in difesa salvando su Cristante.

MILINKOIVC 5,5 – Nei primi 45 minuti domina in mezzo al campo, rubando palloni e gestendo il gioco: su una sua grande azione Luis Alberto va vicino al gol, ma si divora una palla d’oro dello stesso spagnolo solo davanti a Fuzato. Cala molto nella ripresa, in cui non riesce ad incidere. (Dall’84’ AKPA AKPRO s.v.).

LEIVA 5 – Forma una diga a centrocampo nella prima frazione di gioco, ma non basta per evitare lo svantaggio sugli sviluppi di una ripartenza. Anche lui cala molto nella ripresa, specialmente sul piano dell’attenzione, lasciando troppo spazio dietro agli avversari.

LUIS ALBERTO 5 – Il più pericoloso nel primo tempo: sua è l’occasione più ghiotta, in cui Fuzato gli nega la rete, e anche l’assist migliore, che Milinkovic spreca malamente. Nella seconda frazione di gioco scompare dal campo, senza creare problemi alla Roma; l’unico squillo è il passaggio per il tacco di Immobile, ma Fuzato si oppone di nuovo.

LULIC 5,5 – Corre molto sulla fascia sinistra nella prima frazione di gioco: rischia un po’ in difesa in un’occasione, ma riesce a recuperare. (Dal 59′ LUIZ FELIPE 5,5 – Prova a dare un po’ di qualità al reparto arretrato, ma non riesce ad evitare il raddoppio della Roma).

MURIQI 5 – Comincia bene la sua partita, lottando su ogni pallone e facendosi anche annullare un gol nel primo tempo per posizione di fuorigioco. (Dal 59′ PEREIRA 5,5 – Prova a dare un po’ di brio alla fase offensiva, ma il suo apporto non è efficace).

IMMOBILE 5,5 – Nei primi 45 minuti guida l’attacco con la sua grinta, anche se non viene coinvolto in particolari occasioni e sembra un po’ timido quando si tratta di concludere: sugli sviluppi di una sua palla persa arriva il vantaggio della Roma. Nel secondo tempo continua a lottare senza sosta anche se non molto aiutato dai compagni e sfiora l’eurogol su un assist di Luis Alberto, ma Fuzato si impone di nuovo.

INZAGHI 5 – Sempre i soliti problemi per la Lazio. La Roma vince con merito su tutti i piani, da quello tecnico a quello psicologico. I suoi ragazzi vengono imbrigliati nella rete giallorossa e non riescono a sfruttare le poche occasioni che arrivano. Manca la mentalità, la stessa che all’andata aveva permesso di dominare la Roma e di vincere per 3-0. Il sogno Champions sfuma definitivamente.