Onazi, parla Makinwa: «E’ felice alla Lazio, ama la città e i tifosi. Penso che resterà a Roma»

© foto www.imagephotoagency.it

AGGIORNAMENTO ORE 20.53 – Stephen Makinwa ha parlato anche ai microfoni di Radiosei: “Eddy ha colto alla grande questa occasione. La cosa più importante per un calciatore è giocare, quando manca ciò subentrano tante cose. Non era contento, ma si è sempre comportato da grande professionista rispettando le scelte dell’allenatore. Abbiamo avuto un confronto con la società: c’è stato un chiarimento e abbiamo provato a trovare una soluzione. Ma non c’erano offerte concrete. All’inizio della stagione la dirigenza ci aveva rassicurato sulla sua importanza all’interno del progetto, poi le cose sono cambiate e il ragazzo si è preoccupato per il suo ruolo all’interno della Lazio e della Nazionale, dove è un elemento molto importante. Pioli ha fatto delle scelte diverse, tuttavia quando è sceso in campo ha sempre fatto bene secondo me. Ora Inzaghi ha portato nuove idee e lui ha ritrovato il sorriso. Ha come unico obiettivo quello di chiudere al meglio la stagione. Il futuro? Nel calcio è difficile fare previsioni, non dipende soltanto da noi. Ha un contratto fino al 2018 e al momento non ci sono problemi. L’importante è che sia tornato felice, dopo aver fatto due ottime prestazioni. Sente la fiducia del mister ed è pronto a dare il suo contributo anche con la Juventus”.

 

Dopo tanta panchina, Eddy Onazi si riscopre un punto fermo della Lazio. Due partite ed un gol per il nigeriano che sembra esser stato rivitalizzato dalla cura Inzaghi. Era dato in partenza fino a qualche settimana fa, ma adesso, come conferma Stephen Makinwa, ai microfoni di Elle Radio, all’interno della trasmissione “I Laziali sono qua“, le cose sono cambiate:«E’ molto felice di giocare nella squadra che gli ha permesso di affacciarsi nel grande calcio,  ama la società, i compagni di squadra e i tifosi con tutta la città: purtroppo ci sono periodi per un calciatore in cui si può finire un po’ ai margini sul campo e questo può causare problemi. E’ vice-capitano della Nigeria, vuole giocare e dimostrare il suo valore nelle partite, dimostrando di essere un elemento di cui la Lazio ha bisogno per risollevarsi.»
Poi l’agente parla del futuro del suo assistito: «In questo momento è contento e si trova bene alla Lazio. Siamo in contatto con la società, di sicuro si era ritrovato ai margini del progetto tecnico e questo come ripeto aveva creato delle preoccupazioni, il ragazzo aveva chiesto chiarimenti: le cose sembra però si stiano mettendo per il meglio. Lui vuole giocare, ama la squadra e la città e penso non ci possa essere problema per il futuro. »