Omicidio Diabolik, arrestato Fabio Gaudenzi: «So chi è il mandante»

Diabolik
© foto @LazioNews24

Arrestato Fabio Gaudenzi – ultras della Roma ed estremista di destra – ha dichiarato di conoscere il mandante dell’omicidio di Diabolik

Due video su Youtube, passamontagna nero, revolver in pugno. Così Fabio Gaudenzi – ultras di estrema destra dell’ex gruppo ‘Opposta Fazione’, della curva giallorossa – si è presentato sul web. Già noto alle forze dell’ordine per la vicinanza a Massimo Carminati ed essere coinvolto in Mafia Capitale, ha annunciato di conoscere il mandante dell’omicidio di Fabrizio Piscitelli con un videomessaggio. Gaudenzi – dopo aver mandato in rete le sue dichiarazioni – è stato arrestato con l’accusa di possesso di armi da guerra. I Carabinieri lo hanno infatti ammanettato dopo la segnalazione dai vicini di casa, allertati da alcuni spari provenienti dalla sua abitazione.

Queste le sue parole: «Mi chiamo Fabio Gaudenzi, la polizia sta venendo ad arrestarmi e mi consegnerò come prigioniero politico. Dal 1992 appartengo a un gruppo elitario di estrema destra denominato ‘I fascisti di Roma nord’ con a capo Massimo Carminati. Mi consegno consapevole di subire processi. Vorrei essere processato e se giusto condannato per banda armata, come dovrebbero esserlo Carminati e Brugia. Non siamo mafiosi ma fascisti, lo siamo sempre stati e lo saremo sempre. La mafia e la droga ci fanno schifo». E sulla morte di Diabolik: «Mi sto consegnando al questore e parlerò del mandante dell’omicidio di Fabrizio Piscitelli e di tanto altro ancora. Questa è la mafia vera e non quella del 2014. Faremo di tutto per vendicarti Fabrizio. Sto consegnando al diavolo una lista di donne, di uomini, di giovani, di vecchi che in questi 30 anni hanno pensato bene di comportarsi da merde nei nostri confronti».