La moviola di Eintracht-Lazio: assurde le decisioni di Gözübüyük

Lazio-Eintracht Francoforte
© foto www.imagephotoagency.it

Al signor Serdar Gözübüyük la direzione di Eintracht-Lazio, la seconda gara del Girone H d’Europa League

La Lazio è pronta per il secondo match di Europa League. Ad accoglierla è l’Eintracht Francoforte per giocarsi il primo posto del Girone H. A dirigere la gara è il signor Serdar Gözübüyük(NED), coadiuvato dagli assistenti Davie Goossens (NED) e Bas van Dongen (NED), dal IV Uomo Jan de Vries (NED), ADD1: Dennis Higler (NED) e ADD2: Allard Lindhour (NED).

PRIMO TEMPO

4′ – Da Costa porta subito in vantaggio l’Eintracht sfruttando gli sviluppi di un calcio d’angolo e giocando in anticipo su Leiva: tutto regolare;

22′ – primo giallo del match: De Guzmàn ferma la ripartenza della Lazio ostacolando Milinkovic Savic, fallo tattico giustamente sanzionato;

23′ – i biancocelesti pareggiano con la rete di Parolo. Il gol però non è regolare: l’azione che ha poi portato all’1-1 nasce da un fallo di mano di Leiva in mezzo al campo;

23′ – ammonito per proteste Trapp;

36′ – primo cartellino anche per la Lazio: ammonito Basta per un’entrata scomposta su Falette;

45′ – altro giallo per i padroni di casa: Marco Russ strattona Immobile facendolo cadere per evitargli il controllo del pallone;

45’+3 – espulso Dusan Basta: il terzino trattiene un avversario, rimediando il secondo cartellino del match;

SECONDO TEMPO

58′ – assurdo Gözübüyük che presenta il rosso diretto a Correa. Il Tucu entra da dietro rifilando un pestone a Da Costa. Ci stava il giallo. Lazio in 9;

73′ – brutta entrata di Mostic su Immobile. Gamba tesa e piede a martello. Per l’arbitro c’è solo l’ammonizione. Ma se quello di Correa era un fallo da rosso…

80′ – pioggia di sanzioni in terra teutonica: anche Immobile sulla liste dei cattivi per una spinta su Hasebe. Giallo eccessivo.

Articolo precedente
acerbiEintracht Francoforte-Lazio 4-1, pagelle e tabellino
Prossimo articolo
Eintracht-LazioLe PAGELLE di Eintracht Francoforte-Lazio: non il solito Leiva, disastro Basta. Correa, che ingenuità!