Morte improvvisa nel calcio: ecco i metodi di prevenzione usati dalla Lazio

© foto @YouTube

Lo staff medico della Lazio utilizza dei metodi di prevenzione per combattere la morte improvvisa: ecco i controlli a cui sono sottoposti i calciatori

La tragedia di Davide Astori deve essere un campanello d’allarme per il mondo del calcio. La medicina e la scienza sono inermi contro la morte improvvisa e naturale, ma possono certamente prevenire questo tipo di eventi. I calciatori sono costantemente monitorati dagli staff sanitari, la Serie A è uno dei campionati maggiormente all’avanguardia da questo punto di vista. La Lazio, nel caso specifico, secondo quanto riportato da “Il Messaggero”, sottopone i propri atleti (due volte ogni anno) ad un elettrocardiogramma con sistema S.D.S (Sudden Death Screening), uno strumento unico basato sui criteri di Seattle, per la prevenzione della morte cardiaca improvvisa. Non solo: il dottor Ivo Pulcini ha già organizzato in passato dei corsi a Formello per giocatori e famiglie di “Basic Life Support and Defibrillation“, sullo studio di tecniche di primo soccorso tra cui la rianimazione cardiopolmonare.

Articolo precedente
Astori, la FIGC dispone un minuto di raccoglimento su tutti i campi d’Italia – FOTO
Prossimo articolo
AndersonLazio-Dinamo Kiev, turnover moderato: Anderson e Luis Alberto insieme dal 1′?