Milinkovic e la Lazio: storia di un amore tradito

milinkovic
© foto Twitter @OfficialSSLazio

I tifosi della Lazio si sentono traditi da Milinkovic-Savic: le prestazione del serbo in questa stagione non rispettano il suo valore

Da star acclamata a delusione incredibile. E’ questa la parabola discendente di Sergej Milinkovic-Savic, che sabato è stato preso di mira dai tifosi della Lazio. Dal serbo ci si aspetta sempre un colpo di genio, una giocata decisiva, quest’anno non è mai arrivata, non ha mai convinto del tutto e i laziali iniziano a sentirsi traditi. Un leggero miglioramento si è notato nelle ultime gare, ma certo non basta per un calciatore con le sue qualità. Come riporta Il Messaggero, la colpa non è neanche da imputare totalmente al gigante di centrocampo: contro la Sampdoria ha corso più di tutti i compagni (12.643 km, vale il record stagionale) ed ha vinto il maggior numero di contrasti (17). I dati fanno capire che il supporto difensivo del Sergente è decisivo per la squadra, ma forse proprio per questo motivo è meno lucido in fase d’attacco. Una netta inversione di marcia imposta dal tecnico Simone Inzaghi per cercare di sfruttarlo maggiormente in mediana. Ovviamente è una lettura di gioco, non una giustificazione per un campione che è adesso chiamato a dare una risposta in termini di concretezza.