Lollobrigida (Rete Oro): «La Lazio non farà un mercato da top. Inzaghi scegliendo di restare…» – ESCLUSIVA

© foto @Facebook

ESCLUSIVA LN24 – E’ intervenuto ai nostri microfoni Claudio Lollobrigida, giornalista di Rete Oro

La stagione biancoceleste è ormai terminata. Manca davvero poco per il gong di apertura del calciomercato e la Lazio deve assolutamente rinforzare i propri reparti. Per parlare di mercato e molto altro, è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Lazionews24.com Claudio Lollobrigida, giornalista di Rete Oro. Ecco le sue parole.

Tanti sono i nomi che stanno alimentando le trattative biancocelesti… Il calciomercato è ancora chiuso ma Tare come sempre sta lavorando sottotraccia…

«La mancata qualificazione alla prossima Champions League cambierà per forza di cose il mercato della Lazio. Con l’accesso alla massima competizione europea, i capitolini avrebbero potuto puntare giocatori di un alto target, penso soprattutto al sostituto di de Vrij. Ultimamente si era fatto il nome di Godin, e sicuramente l’uruguaiano avendo la possibilità di giocare la Champions con la maglia biancoceleste avrebbe potuto pensare di mettersi in gioco. La Lazio senza quarto posto ridimensionerà i propri obiettivi di mercato, non considerando la possibile cessione di Milinkovic-Savic».

Ovviamente bisognerà rafforzare quasi ogni reparto, difatti con molta probabilità nella giornata di oggi o prossimamente andrà in scena un summit tra tecnico e società per stabilire il mercato da imbastire…

«Inzaghi scegliendo di restare alla Lazio è a conoscenza delle conseguenze. Non credo che il sostituto di de Vrij sarà all’altezza dell’oramai ex difensore biancoceleste. La società potrà spendere qualcosa in più grazie all’eventuale cessione di Milinkovic-Savic e Lotito ha l’obbligo di rinforzare questa squadra che ha sfiorato di un soffio la qualificazione in Champions League».

Milinkovic-Savic è nel mirino di molte big europee, ma a meno che non arrivi qualche offerta shock da far vacillare Lotito difficilmente verranno intavolate trattative…

«Secondo le parole di Lotito per Milinkovic-Savic difficilmente verranno intavolate trattative, se non per offerte monstre, anche se francamente non ci credo perché nel calcio di oggi nessun giocatore è incedibile, soprattutto per un club come la Lazio che da tanti anni fa autofinanziamento. Il gigante serbo ha il 60 % di probabilità di lasciare la Lazio e la società farà bene a cedere l’ex Genk a patto che con la sua vendita rinforzi tutti i reparti della squadra».

La prossima stagione bisognerà ripartire anche nel settore giovanile, magari effettuando alcuni acquisti per rafforzare la Primavera e tornare nuovamente nella categoria che le compete…

«La retrocessione della Lazio Primavera è stato un duro colpo nell’ambiente. Dispiace che la società abbia trascurato il proprio settore giovanile, ‘conducendolo’ alla discesa in Primavera 2. Ricordiamoci che dal settore giovanile laziale sono giunti in Serie A molti giocatori, di certo non fenomenali ma sempre di un certo livello: pensiamo ai vari Cataldi, Crecco e Murgia. La Lazio dovrà fare un’opera ricostituente di tutto l’organico della Primavera, non credo sia possibile che la società capitolina abbia un settore giovanile così importante in Primavera 2», conclude Lollobrigida.