Le PAGELLE di Sampdoria-Lazio: Ciro è tornato. Milinkovic e Luis Alberto, che classe!

© foto www.imagephotoagency.it

Le pagelle di Sampdoria-Lazio:

Pagelle Sampdoria-Lazio / All’esordio stagionale, la Lazio vince 0-3 contro la Sampdoria a Marassi. Di altissima qualità le prestazioni, in particolare, di Ciro Immobile, che sigla la sua personale doppietta, Milinkovic-Savic e Luis Alberto. Pochi pericoli arrivano, invece, dai blucerchiati che trovano, tuttavia, uno Strakosha in ottima forma. Di seguito, i voti ottenuti dai biancocelesti:

Thomas Strakosha. Non viene chiamato in causa fino al 33′, quando è attento sull’insidiosa conclusione di Gabbiadini. Bene anche sul tiro di Quagliarella qualche minuto più tardi. Strepitoso l’intervento sul tiro di Vieira al 40′. VOTO 6,5.

Luiz Felipe. La Sampdoria non si rende protagonista di numerose azioni offensiva ma, nelle sortite d’attacco della formazione di Di Francesco, la Lazio non si fa cogliere di sorpresa. In linea con quella dell’intero reparto, la prestazione del brasiliano è più che sufficiente. VOTO 6,5

Francesco Acerbi. Prestazione attenta e precisa quella dell’highlander biancocelesti che, a causa di un fastidio alla coscia, è costretto a lasciare il campo per dare spazio al neo-acquisto Vavro. VOTO 6,5 (dal 69′ Denis Vavro. Alla prima partita in maglia biancoceleste, il difensore fa vedere buone cose, dimostrando di poter dare un prezioso contributo alla causa. VOTO 6)

Stefan Radu. Preciso nei contrasti, non concede spazio a Gabbiadini, uno dei migliori nella formazione blucerchiata. VOTO 6,5

Manuel Lazzari. E’ una freccia sulla fascia. Corre a perdifiato fin quando è in campo, dispensando cross interessanti per i compagni di squadra. Alla sua prima con l’aquila sul petto, l’ex Spal conferma le alte aspettative che si avevano su di lui. VOTO 7 (dal 64′ Adam Marusic. Entra a partita in corso, dando il proprio contributo al match. VOTO 6).

Sergej Milinkovic-Savic. Il primo squillo del match arriva dai suoi piedi dopo appena nove minuti dal fischio d’inizio. Provvidenziale per la Sampdoria la parata di Audero sul tiro potente da fuori area. Ottimo colpo di testa sul cross di Lulic, ma la palla si perde alta sopra la traversa. Al 62′ la prodezza del ‘Sergente’: la sventagliata all’indirizzo di Immobile, per il terzo gol della Lazio. VOTO 7,5 (dal 76′ Danilo Cataldi. Gioca l’ultimo quarto d’ora del match, non facendo sentire la mancanza di Milinkovic. VOTO 6)

Marco Parolo. Inzaghi lo fa giocare al posto di Leiva, in un ruolo che non è il suo, ma Parolo non delude la fiducia dell’allenatore. Un po’ ingenuo in alcune occasioni, spesso è costretto a far fallo. In generale, la prestazione è più che sufficiente. VOTO 6,5

Luis Alberto. Va vicino alla marcatura al 19′, cercando di approfittare del cross morbido ancora di Lazzari. Strepitoso lancio all’indirizzo di Immobile in occasione del primo gol. Protagonista anche nell’azione della seconda rete: arpiona la palla e serve Correa, che consegna la palla in rete. VOTO 7,5

Senad Lulic. Solita prestazione tutta grinta e ritmi alti per il bosniaco, in linea con la performance dell’intera squadra che, nonostante il caldo della prima giornata di campionato, mantiene il campo in maniera ottimale. VOTO 6,5

Ciro Immobile. Al 15′, imbeccato da Lazzari, va vicino al gol. C’è l’intervento ancora di Audero a togliere il pericolo per i blucerchiati. Spreca una bella occasione per portare in vantaggio i suoi alla mezz’ora. La rete arriva, finalmente, al 37′: quella di ‘Ciruzzo’ è una vera perla! Al 63′ il bomber della Lazio si beffa del portiere della Samp e sigla la sua personale doppietta. VOTO 8

Joaquin Correa. Poco coinvolto nei giropalla della Lazio nei primi minuti di gioco. Serve bene Lazzari ad un passo dall’area di rigore, ma l’ex Spal è in fuorigioco. Al 56′, approfittando di uno straordinario passaggio di Luis Alberto, supera Audero e mette la propria firma sul tabellino. VOTO 7

Simone Inzaghi. Ottimo esordio per Simone Inzaghi, che vince senza troppi problemi nella trasferta di Marassi contro la Sampdoria. Giuste le scelte di formazione, la condizione fisica dei giocatori in campo, oltre all’umore e all’entusiasmo che si respira in casa Lazio. Ci sono tutti i presupposti per un grande campionato! VOTO 7.