Wallace, 90 minuti per riprendersi la Lazio: il brasiliano annienta CR7 – VIDEO

wallace
© foto www.imagephotoagency.it

Wallace ha seguito a uomo Ronaldo, riuscendo in quello in cui tutti o quasi falliscono: limitare e bloccare CR7

Ha rischiato le pernacchie, ora si gode gli applausi. La Lazio ha perso, ma lui si è preso la sua personale rivincita. Wallace è tornato e lo ha fatto in punta di piedi. Nella passata stagione il difensore brasiliano è stato limitato da un grave infortunio al polpaccio che lo ha tenuto fuori per quattro mesi. Una volta tornato non è più riuscito a ritrovare la condizione perduta, finendo all’ultimo posto nelle gerarchie. Quest’anno Inzaghi ha dimostrato di puntare sin dai primi giorni di ritiro su di lui, fatto sta che non è arrivato il tanto discusso secondo centrale, con il tecnico che ha puntato sul rilancio dell’ex Monaco.

IL RITORNO – Wallace era un titolare fino all’amichevole con il Borussia Dortmund, poi Luiz Felipe gli ha strappato la maglia da titolare per l’esordio con il Napoli. Tra lievi insicurezze e interventi goffi, il classe 1994 era di nuovo finito all’ultimo posto delle gerarchie, venendo superato anche da Bastos, entrato a gara in corso nella prima partita ufficiale. Poi il banco di prova proibitivo, brillantemente superato a pieni voti: Cristiano Ronaldo, affrontato all’esordio nella sua nuova casa. Anticipo, senso della posizione e temperamento. Semplicemente insuperabile! Non sbaglia un intervento, risultando sempre pulito e mai falloso. Va vicino al gol sullo 0-0, ma il calcio d’angolo di Luis Alberto è troppo alto anche per lui. Dopo tante critiche e fatica per tornare ai suoi livelli, Wallace si è ripreso la Lazio. Questa volta (si spera), in via definitiva. Perso Luiz Felipe, ritrovato Wallace. Ora Inzaghi ha un nuovo titolare in difesa.

Fortuna Wallace vs Juventus

Bravo, bravo, BRAVO!Dopo tutte le prese in giro di questi giorni, se lo merita…

Gepostet von Gielle am Sonntag, 26. August 2018

Articolo precedente
LazioL’assenza rumorosa dei titolari silenziosi. Lazio, ecco tre pilastri finiti nel dimenticatoio…
Prossimo articolo
strootmanRoma – Strootman in lacrime, ma nessun saluto ai tifosi – VIDEO