Lazio-Seg: un rapporto fatto d’amore e odio

de vrij hoedt lazio derby olanda
© foto www.imagephotoagency.it

Dietro il “no” di de Vrij alla Lazio c’è la volontà della Seg: ma in passato il rapporto con l’agenzia olandese è stato anche positivo

La Seg dà, la Seg toglie. Non è un mistero: dietro le quinte del rifiuto di Stefan de Vrij c’è l’agenzia di procuratori che ne gestisce le prestazioni. All’apparenza si pensa ad una grave perdita per la Lazio, obbligata a giugno a salutare gratis un calciatore valutato almeno 30 milioni di euro. L’edizione odierna de Il Messaggero però ricorda che in passato c’è stato un caso di grossa plusvalenza: è il caso di Wesley Hoedt (acquistato 600mila euro), ceduto in estate al Southampton per 15 milioni grazie anche al supporto della “Sports Entertainment Group”. A questo punto è bene ricordare che l’agenzia olandese ha da poco acquisito come suo cliente un altro difensore biancoceleste, Bastos (preso due stagioni fa per 5 milioni di euro). Proprio i manager olandesi potrebbero aiutare la società di Claudio Lotito a garantirsi sulla futura cessione dell’angolano una plusvalenza di almeno 10 milioni. Un’entrata che sommata porterebbe un incasso di 25 milioni, cifra che rende meno amaro il boccone de Vrij.