Lazio, Inzaghi: «Testa solo alla Samp, ho puntato su Hoedt. Keita e Candreva? Volevo tenerli…»

Inzaghi
© foto Db Roma 30/09/2020 - campionato di calcio serie A / Lazio-Atalanta / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: Simone Inzaghi

Lazio, mister Inzaghi ha presentato la gara contro la Sampdoria nella canonica conferenza stampa della vigilia

Alla vigilia della gara tra Sampdoria e Lazio, mister Simone Inzaghi ha risposto le domande dei cronisti, durante la canonica conferenza stampa. Ecco le sue parole.

Buon pomeriggio mister, ci aiuta se può a fare chiarezza sugli infortunati e su Caicedo?
«Eh, per quanto riguarda gli infortunati abbiamo qualche defezione, qualche giocatore non al meglio, ma a casa rimarranno Lazzari, Immobile, Ramos, Radu, Pereira, Lulic, una bella lista. Su Caicedo e Marusic, si sono mossi bene oggi, anche Fares e Milinkovic, domani le valutazioni».

Penserà a martedì?
«È normale, ma in questo momento la mia testa è solo sulla Samp, gara impegnativa contro un avversario che a Firenze ha fatto una grande partita».

Parolo in difesa si può adattare meglio di Leiva, può essere soluzione per domani e per la Champions?
«Per il Borussia ci penseremo, valuteremo eventuali recuperi. Marco è giocatore duttile molto importante per noi, domani potrà aiutarci sicuramente».

Oltre ai 4 esterni chi tra i giocatori in rosa può fare quel ruolo?
«Abbiamo qualche problema sugli esterni, Marusic stamattina ha fatto il primo allenamento dopo 12 giorni e non potrà giocare dall’inizio, stamattina ho provato anche Patric e Parolo, ho diverse opzioni».

I nuovi acquisti?
«Ho trovato grandissima disponibilità, sono soddisfatto, è normale che sono arrivati dopo, ma Hoedt e Muriqi hanno lavorato bene».

Si aspettava un altro difensore?
«Noi abbiamo fatto delle scelte, abbiamo ponderato, abbiamo visto le esigenze che impone il mercato, abbiamo puntato su Hoedt che conosce l’ambiente».

Cosa teme della Samp? Keita e Candreva?
«Squadra organizzata con un tecnico che non vi devo presentare io, ha tantissimi anni di esperienza. Sono in salute, dovremo fare una grandissima partita, le motivazioni devono fare la differenza. Candreva e Keita mi hanno dato grande disponibilità e avrei voluto trattenerli, hanno fatto delle scelte diverse ma li vedrò con grande piacere e saranno osservati speciali». 

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy