Lazio-Murgia: un addio indolore tra un passato glorioso e un futuro tutto da scrivere…

calciomercato lazio murgia
© foto www.imagephotoagency.it

La Lazio e Alessandro Murgia si sono salutati, con il centrocampista che passerà alla Spal ma probabilmente in futuro tornerà a Roma

Ha già salutato Formello, con la speranza che tra qualche anno torni ad essere la sua casa. L’operazione che ha portato Manuel Lazzari alla Lazio, ha visto fare il percorso inverso ad Alessandro Murgia, uno dei gioielli più luminosi usciti dal settore giovanile biancoceleste. In Primavera ha alzato tre trofei: due Coppa Italia e una Supercoppa Italiana. Quest’ultima coppa è riuscita a vincerla anche con i grandi, quella notte del 13 agosto 2017 che difficilmente dimenticherà. Ora per il ragazzo dell’Eur si spalancano le porte di una nuova avventura, già assaporata negli ultimi sei mesi della scorsa stagione. Il presente dice Spal, con la Lazio sempre vigile ad osservare tutti i suoi miglioramenti, per poi un giorno riportarlo a casa.

PIANO – Più che acquistare Lazzari a 10 milioni o giù di lì, il vero affare di Tare e Lotito è stato quello di cedere Murgia, pur tenendone il controllo. Come vi abbiamo svelato più volte nelle nostre esclusive (qui i dettagli), nelle intenzioni della Lazio non c’è mai stata l’ipotesi di perdere definitivamente Murgia. I biancocelesti hanno strappato una sorta di diritto di recompra, per riacquistare “Sandrino” tra due o più anni. Infatti nelle prossime stagioni il centrocampo della Lazio subirà un restyling, considerando l’età media elevata di molti interpreti (Leiva 32, Parolo 34, Lulic 33). In questo nuovo corso che vedrà l’addio di questi senatori, ci sarà spazio finalmente per Murgia, che se manterrà come presumibile le aspettative, tornerà da Ferrara per diventare finalmente il titolare della Lazio. Alessandro la storia biancoceleste l’ha già scritta, ma non vuole fermarsi a quella Supercoppa su cui ha inciso il proprio nome. Il passato è glorioso, il futuro è da scrivere. Sempre con l’aquila al petto. La storia di una promessa mantenuta, che non mentirà al suo cuore. Alessandro Murgia, un bambino sognatore trasformato in un eroe di mezza estate da Simone Inzaghi. Non è un addio, ma un arrivederci. Ciao Sandrì, a presto…