Lazio, conferenza Inzaghi: «Vincere per dare continuità. Sinisa? È un guerriero!» – VIDEO

© foto www.imagephotoagency.it

Simone Inzaghi ha presentato Bologna-Lazio, durante la conferenza stampa della vigilia

Le parole del tecnico Simone Inzaghi, durante la conferenza stampa della vigilia di BolognaLazio:

Con quale spirtio umano e sportivo andrete a Bologna?

Il primo pensiero va a Sinisa che è un guerriero. Sono sicuro che vincerà la sua battaglia, è un caro amico e a lui penso spesso. Quando sono arrivato a Roma, è stato uno molto, molto importante. Mi ha aiutato tantissimo ad integrarmi, abbiamo vinto tantissimo

Qaunto sarà importante la vittoria, domani?

Domani deve essere la partita della continuità, quella che ci è mancata a livello di risultati. Domani sarà importante perchè il Bologna sta bene, è una squadra organizzata, avvelenata che vorrà fare una grande partita davanti ai propri tifosi.

Tra quanto ptempo pensi che i nuovi acquisti incideranno in maniera importante?

Non sono qui per caso. Sono giocatori voluti, che io ed il mio staff dobbiamo mettere nelle migliori condizioni. Devono crescere ed ambientarsi, stanno cercando di apprendere, hanno voglia di capire ed imparare. Sono fiducioso.

Come sta Correa?

Sta bene, aveva avuto un indolenzimento col Genoa voleva giocare giovedì ma lo abbiamo preservato per domani, per averlo al massimo.

Luis Alberto è stato convocato dalla Spagna, come sta?

Giusto che sia contento per la convocazione, se lo è meritato per la continuità che ha avuto. Anche lo scorso anno ha avuto un buon rendimento e se lo merita. Ha dato tutto in campo, è un professionista serio e merito anche dei compagni che lo hanno aiutato ad esprimersi al meglio.

Marusic e Lazzari?

Mi stanno soddisfacendo entrambi, gli chiedo tantissime cose. Il ruolo del quinto è molto dispendioso. Adam mi dà più fisicità mentre Manuel ha più facilità ad entrare nel campo. Ho la fortuna di avere questa alternanza, come lo scorso con Romulo.

La sosta arriva al momento giusto?

La squadra ha speso tanto, ma i giocatori sono stati alternati quindi sono fiducioso. Ho giocatori che lo scorso anno erano più stanchi,la sosta c’è e la dovremo sfruttare nel migliore dei modi con quelli che rimarranno. 7 partite in 21 giorni son tante, cominciando il campionato un paio di settimane in anticipo non si avrebbero tutte queste partite affollate.

Col Rennes abbiamo visto che senza i big la Lazio soffre…

L’alternanza dei giocatori continuerà, dovrò esser bravo a capire chi e quando. Con 7 partite in 21 giorni è impensabile credere che giochino sempre gli stessi.

A che punto è la tua Lazio?

Domani sarà importantissimo fare bene. Abbiamo perso due partite, ma ero sereno. Era normale che se ne parlasse, anni indietro ero più preoccupato per come le avevamo perse. A Ferrara e Cluj abbiamo visto le prestazioni, per quanto mi riguarda siamo sulla buona strada, ci serve continuità.