Lazio, la formazione anti-Benevento è un rebus: ecco tutte le soluzioni

calciomercato lazio milinkovic
© foto www.imagephotoagency.it

Problemi di formazione per Inzaghi, a cui la sosta non è servita per ritrovare tutti gli effettivi della rosa. Mancano ancora all’appello Wallace, Radu, Lulic e Lukaku

Dubbi? Tanti. Scelte? Poche. La Lazio in queste due settimane aveva l’opportunità di recuperare qualche calciatore, invece Inzaghi è ancora in emergenza. Come confermato dallo stesso tecnico in conferenza stampa (qui le sue parole), non ci saranno sicuramente Wallace (squalificato e infortunato), Radu e Lukaku. Mentre su Lulic bisogna aspettare la rifinitura di oggi.

POSSIBILITÀ – Un cambio di modulo è da escludere, si andrà avanti con il 3-5-1-1, al massimo si potrebbe passare al 3-4-2-1. In difesa Inzaghi deve fare la conta: gli unici integri sono Luiz Felipe, de Vrij e Bastos, con Caceres che non ha ancora i 90′ nelle gambe. Ci sarebbe l’opportunità di arretrare Patric, ma vista la penuria di esterni lo spagnolo potrebbe anche servire più avanti. Sulla mediana sicuri del posto al momento sono soltanto Marusic e Lucas Leiva, con le due maglie destinate agli interni di centrocampo e all’esterno sinistro, ancora da assegnare. Sicuramente ci sarà Luis Alberto, dato che Inzaghi ha confermato la presenza di Anderson in attacco. E’ inevitabile quindi che lo spagnolo partirà nel ruolo di mezz’ala. Dall’altra parte in tre si giocano una maglia con Milinkovic non è ancora al meglio, in ballottaggio con Parolo e Murgia. Un’altra certezza è che a sinistra sicuramente giocherà qualcuno fuori ruolo: il dubbioè tra Basta e Patric.

ATTACCO – L’unico reparto in cui c’è abbondanza è quello offensivo, dove l’unico ad essere stato lontano da Formello è Immobile. Ciro potrebbe anche riposare e tornare fresco da giovedì, ma su di lui andranno fatte molte valutazioni. In primis c’è la condizione fisica, però non va dimenticato che il bomber campano è diffidato e tra due giornate c’è il derby. Nani e Caicedo scalpitano. Inzaghi ha confermato che in attacco una maglia sarà di Anderson, con la seconda che sarà contesa da Nani, Caicedo ed Immobile. Il tecnico in conferenza è sembrato aver ancora tanti dubbi. Tra qualche ora dopo le prime prove tattiche se ne saprà di più, ma vedendo la marcia di avvicinamento alla sfida, quella di domani per la Lazio, sarà tutt’altro che una passeggiata.

Articolo precedente
salisurbgoSalisburgo, il tecnico Rose: «Lazio? Vogliamo continuare a vincere!»
Prossimo articolo
cardoselliCardoselli: «Lazio, con te dieci anni indimenticabili! Futuro? Vorrei tornare nella squadra del mio cuore»