Lazio, Adani: «Non avere Correa e Cataldi è costato caro»

adani lazio
© foto www.imagephotoagency.it

Lele Adani, al termine di Lazio-Celtic, ha analizzato la sconfitta della squadra di Inzaghi sul campo dell’Olimpico

La Lazio cade sul campo dell’Olimpico per mano del Celtic. Una sconfitta che lascia l’amaro in bocca: stesso copione della notte di glashow, la squadra non ha imparato dai suoi stessi errori. A Sky Sport, Lele Adani ha analizzato la gara: «Ovviamente la Lazio senza Correa e Luis Alberto è un’altra squadra. L’argentino è fondamentale, se dimostra di avere costanza può essere decisivo. Ultimamente riesce ad essere anche più cinico. Per me può valere anche 60 milioni, ha forza fisica, tecnica e visione. Lui rompe gli equilibri, e nell’economia di queste partite che sono toste fisicamente torna utile».

«A volte accetti anche la superiorità dell’avversario in un certo momento della gara, e lavori sulle ripartenze. Lui all’andata ha avuto un’occasione proprio in tal senso e ha preso un palo. Oggi è stato un problema non averlo. Così come Cataldi, che può darti equilibrio e forza nei contrasti. In Europa League, a questi livelli, si vince anche nei dettagli. Perdere giocatori così costa caro».