L’AVVERSARIO – Pescara: gioco palla a terra e in velocità il diktat di mister Oddo

oddo
© foto www.imagephotoagency.it

“Sto preparando un Pescara piccolo ma di qualità. Un Pescara coraggioso. Che proverà a vincere su ogni campo, e per questo non vorrei mi si definisse presuntuoso.” Parlava così Massimo Oddo il 30 luglio alla Gazzetta dello Sport, facendo capire che i suoi uomini non avrebbero avuto alcun timore nell’affrontare la massima serie. I fatti gli stanno dando ragione: gli abruzzesi hanno costretto al pareggio il Napoli alla prima giornata davanti al proprio pubblico, hanno ottenuto i tre punti a tavolino al Mapei Stadium contro il Sassuolo dopo una partita giocata comunque molto bene, ed infine hanno ceduto all’Inter solo nel finale a causa di una disattenzione difensiva allo scadere del match. Il presidente Sebastiani ha costruito una squadra molto interessante, mantenendo tutti i pezzi pregiati ad eccezione di Lapadula, ceduto al Milan per 10 milioni, e aggiungendo un mix di giocatori giovani (Biraghi, Cristante, Manaj e Bahebeck) e di esperienza (Bizzarri, Aquilani e Pepe).

 

LA STELLA – Gianluca Caprari è sicuramente il calciatore più talentuoso della rosa a disposizione di Massimo Oddo. Cresciuto nelle giovanili della Roma, Caprari si è messo in luce proprio a Pescara, dove lo scorso anno ha contribuito in maniera decisiva alla promozione in Serie A degli abruzzesi. Il numero 17 biancazzurro è un attaccante molto rapido e dotato di un’ottima tecnica, capace di mandare in tilt le difese avversarie grazie alle sue improvvise accelerazioni palla al piede.
Inseguito a lungo dalla Juventus durante questa sessione estiva di mercato, alla fine è stata l’Inter ad anticipare la concorrenza e ad assicurarsi le prestazioni del classe ’93 romano, mettendo sul piatto 5 milioni di euro e lasciando al Pescara il giocatore in prestito per questa stagione.

 

COSI’ IN CAMPO CONTRO LA LAZIO – Mister Oddo potrebbe pensare di lanciare dall’inizio Aquilani, ma il centrocampista non ha ancora i 90 minuti nelle gambe. In difesa conferma per Gyomber, mentre in attacco Bahebeck insidia Caprari dopo il gol all’Inter.

 

PROBABILE FORMAZIONE PESCARA (4-3-2-1): Bizzarri; Zampano, Campagnaro, Gyomber, Biraghi; Brugman, Cristante, Memushaj; Verre, Benali; Caprari.