Connettiti con noi

Campionato

Inzaghi verso la quota 100: contro l’Inter per centrare un altro record

Pubblicato

su

Simone Inzaghi è l’uomo dei record della Lazio: contro l’Inter cerca la cifra tonda e una vittoria speciale per la Champions

A un passo da quota 100 ma Simone Inzaghi non ha alcuna intenzione di andare in pensione. Sia per la giovane età (compirà 45 anni ad aprile) sia perché la sua avventura sulla panchina della Lazio non vive alcun momento di crisi. Tutt’altro. Il rapporto, iniziato quasi cinque anni fa, è destinato ad andare avanti per altri tre anni (la firma al rinnovo contrattuale è imminente dopo l’accordo di massima raggiunto con Lotito). Un rapporto duraturo e denso di risultati, visto che ha portato tre trofei, una qualificazione in Champions e vari record.

Come riporta La Gazzetta dello Sport, Inzaghi ha stabilito svariati record da quando è allenatore della Lazio: da quello delle vittorie consecutive a quello dei risultati utili di fila, passando per il numero di successi in un campionato. E poi ci sono stati i tabù spezzati e i record di presenze. Con 232 panchine è il tecnico biancoceleste con più partite affrontate. Ed è anche quello più vincente: 125 i successi ottenuti in assoluto, 99 dei quali in campionato. Il prossimo sarà quindi il centesimo, una cifra tonda che Inzaghi può ottenere appunto in poco meno di cinque anni di permanenza sulla panchina laziale. Periodo nel corso del quale la Lazio inzaghiana ha viaggiato a ritmi da record anche per quanto riguarda i punti conquistati. La media è infatti di 1,83 punti per gara. Soltanto la Lazio di Eriksson ha tenuto (almeno fin qui) un ritmo più forte: 1,89 punti per gara.

Ora Inzaghi insegue nuovi primati e, soprattutto, nuovi risultati che facciano la storia del club. Il prossimo obiettivo è quello di centrare la qualificazione in Champions per il secondo anno consecutivo e tagliare subito, già domenica con l’Inter, il traguardo delle 100 vittorie in campionato.