Connettiti con noi

Campionato

Inzaghi: «Gli episodi ci condannano. Vietato trovare alibi nelle assenze»

Pubblicato

su

Simone Inzaghi, tecnico della Lazio, ha parlato nel post partita del match contro la Juventus: le sue dichiarazioni

La Lazio incassa la sconfitta in casa della Juve, non basta Correa per portare a casa i tre punti: Rabiot e Morata confezionano i gol che valgono i tre punti per Pirlo. Ai microfoni di DAZN, ecco l’analisi di mister Inzaghi:

ANALISI DEL MATCH – «Difficile commentare un 3-1 per quello che si è visto in campo. Quello che facciamo sembra non bastare, eppure sull’1-0 eravamo ottimamente in campo. Una ripartenza e un rigore ci hanno condannati. Non buttiamo via un buon primo tempo, non molliamo e andiamo avanti con fiducia» 

CORSA CHAMPIONS – «Siamo in ritardo, avevamo fatto una grande rincorsa. Le assenze ci hanno condizionati, ma una squadra forte deve andare avanti comunque».

CRESCITA IN FUTURO – «La squadra quest’anno è ben costruita, ho poco da dire. Purtroppo dopo aver fatto un buon girone d’andata passando il girone di Champions, sono arrivate le assenza di Radu e Luiz Felipe che per noi sono importanti. Non ci sono alibi, vogliamo continuare nel migliore dei modi, ci sono ancora 12 partite».

La conferenza stampa di mister Inzaghi

«C’è rammarico, il gol di Rabiot ci ha penalizzato. Avevamo defezioni come la Juve, il risultato non è giusto. Abbiamo fatto una buona gara, ma troppi errori che loro non perdonano. Vogliamo giocarci la Champions con tutte le nostre forze, siamo in ritardo ma ci sono tanti punti a disposizione ancora. Giocando in questa maniera e limitando gli errori, torneremo a vincere. La Lazio ha giocato di personalità, ha tenuto il campo. Dovevamo essere più intensi sul gol di Rabiot. L’obiettivo rimane l’Europa, ci proveremo in tutte le maniere. Coperta corta? Avevamo fatto la nosta rincorsa, erano tutti disponibili, poi una serie di fattori come le assenze nello stesso reparto. Stiamo cercando soluzioni nuove, ma per essere grandi dobbiamo fare di più».

Il tecnico a Lazio Style Radio

TABELLINO – «In questo momento c’è un po’ di fragilità. Questo 3-1 non rispecchia l’andamento della gara, avevo detto però che sarebbe servita una partita perfetta che purtroppo non è arrivata». 

MARUSIC – «Ha fatto una buona gara, abbiamo tenuto il campo bene ma per vincere sarebbe servita una prova senza errori».

CHAMPIONS – «Siamo in ritardo ma c’è ancora tempo, dipende da noi e dalla nostra voglia. Le prestazioni ci sono, stanno mancando i risultati. Abbiamo commesso errori grandi su tutti e tre i gol della Juventus, sprecando anche qualche occasione per raddoppiare».

IMMOBILE – «Parlare dei singoli in questo momento non serve, Ciro ci ha fatto vincere tante partite, in questo momento non sta segnando con la solità continuità ma tornerà presto a segnare».