Connettiti con noi

Hanno Detto

Ianni (assistente Sarri): «Dalla squadra ottime risposte. Io e il mister…»

Pubblicato

su

L’assistente di Maurizio Sarri, Marco Ianni, ha parlato ai microfoni di Lazio Style Radio. Le sue parole sul tecnico e la squadra

L’assistente di Maurizio Sarri, Marco Ianni, ha parlato ai microfoni di Lazio Style Radio. Le sue parole: «L’impatto con la Lazio è stato molto familiare, che ci ha permesso di inserirci subito senza problemi, avvantaggiandoci sia ora che in futuro»

PREDESTINATO – «Mi sembra esagerato, più fortunato forse perché ho conosciuto una persona come mister sarri che ho accompagnato nelle esperienze al Napoli, Chelsea e Juventus. Per il momento lavoro giorno per giorno, in futuro vedremo. Sono soddisfatto di quanto fatto finora, nonostante io non abbia avuto una carriera da giocatore»

RAPPORTO CON SARRI – «Ho iniziato a Cosenza con un altro allenatore e poi a Campobasso. Tramite la dirigenza del Napoli poi ho cominciato il percorso con gli azzurri conoscendo il mister. Il rapporto con il tempo poi è diventato di stima e amicizia, queste credenziali ci fanno lavorare al meglio»

ANNO SABBATICO –  «Lo abbiamo vissuto con serenità, è stato un anno difficile per tutti. Ne abbiamo approfittato per aggiornarci pur non lavorando sul campo»

PERIODO ALLA JUVENTUS – «Nelle partite in cui Sarri non era in campo ero io in contatto con il mister, non è stato facile nonostante fosse Martusciello ad attirare l’attenzione. Speriamo però che non accada più, è un lavoro di responsabilità»

LA LAZIO DA AVVERSARIO – «Che fosse una squadra dal grande valore tecnico e di gruppo era già lampante, e ora l’ho riscontrato lavorandoci all’interno»

SENSAZIONI POST TRIESTINA – «Siamo rimasti contenti di come è andata la partita e della risposta della squadra, in particolare del mettere in pratica sul campo ciò che si fa in allenamento. Ci sono stati degli errori ma è normale in un processo di crescita, è lì che dobbiamo intervenire per apportare i giusti miglioramenti»

FINE DEL RITIRO – «Ci si avvia verso l’inizio del campionato, non ci saranno grandi cambiamenti nel lavoro, andando però di più nello specifico affrontando situazioni che affronteremo nelle partite vere»