Connettiti con noi

News

Gravina: «Niente Superlega, Mancini rimane CT fino al 2022»

Pubblicato

su

Il presidente della FIGC Gabriele Gravina ha parlato sulle colonne de La Gazzetta dello Sport della Superlega e del CT della Nazionale

Il presidente della FIGC Gabriele Gravina ha parlato sulle colonne de La Gazzetta dello Sport della possibilità di creare la Superlega e del futuro di Roberto Mancini, commissario tecnico della Nazionale Italiana. Ecco le sue parole:

SULLA SUPERLEGA – «Sono assolutamente contrario alla Superlega. Il radicamento e la territorialità del nostro mondo devono essere salvaguardati. La Super Champions sia un fattore di sviluppo per tutti e allontani definitivamente lo spettro della Superlega».

SULLA SERIE A CON 18 SQUADRE- «Penso a una riforma da un punto di vista qualitativo, non quantitativo. Che riguardi tutto il sistema. Bisogna ritracciare il profilo dell’ area professionistica e di quella dilettantistica. Così si surriscalda troppo il sistema: ci sono turnover troppo alti, in Serie B a ogni stagione cambia il 40 per cento delle squadre. Una retrocessa dalla A alla B non ce la fa, non basta il paracadute. E allora si deve agire sulla redistribuzione delle risorse e della flessibilità degli emolumenti. La soluzione potrebbe essere quella di due gironi di B, in verticale, non orizzontale».

SU ROBERTO MANCINI – «Abbiamo un rapporto bellissimo, ci confrontiamo spesso e lo faremo anche in tempi brevi. Se avesse una proposta da un club non potremmo mai essere concorrenziali e ci confronteremmo, ma ha un contratto fino al 31 dicembre 2022 e ci porterà al Mondiale. Lavoriamo affinché rimanga anche dopo, mi sorprenderebbe se interrompesse».

Advertisement