Europa League, alla scoperta dell’Apollon Limassol – FOCUS

© foto @Lazionews24

Europa League, la Lazio ha pescato nel girone H i ciprioti dell’Apollon Limassol

L’urna di Montecarlo ha parlato chiaro, in Europa League la Lazio si troverà nel girone H e se la vedrà anche con l’Apollon Limassol.

Limassol, vivace centro marittimo

La città di Limassol è situata tra le antiche città di Amatunte e Curium (Kourion). Il re inglese Riccardo Cuor di Leone distrusse Amatunte nel 1191. Limassol venne probabilmente costruita dopo la distruzione di Amatunte. Comunque, la zona dove sorge Limassol era abitata sin da tempi remoti. Vi sono state trovate tombe risalenti al 2000 a.C. e altre che datano all’VIII e al IV secolo a.C. Questi pochi resti mostrano che era esistita una piccola colonizzazione, che non riuscì però a svilupparsi e fiorire. E’ una città di circa 101.000 abitanti.

Apollon Limassol, un club con titoli solo a livello nazionale

La società venne fondata il 13 febbraio 1954 a Limassol, con la denominazione di Athlītikos Podosfairikos Omilos Apollōn Lemesou. Si affiliò alla Federazione locale il 16 ottobre 1955. La prima stagione a livello professionistico fu deludente: partecipò ad uno dei due raggruppamenti regionali con squadre di seconda serie perdendo tutti gli otto incontri. L’anno successivo, con una rosa rinforzata dagli arrivi di molti giocatori dell’AEL (la prima squadra della città), vinse invece il girone e i play-off salendo in massima serie (da cui non è più retrocesso). Dal 1965 al 1967 raggiunse tre finali consecutive di coppa nazionale, perdendo la prima e vincendo le altre due. Ottenne, così, per la prima volta, l’accesso alle coppe europee: entrambe le prime due partecipazioni terminarono al primo turno. Il club è detentore di 3 campionati ciprioti, 9 Coppe di Cipro e 3 Supercoppe di Cipro, tutti titoli ottenuti a livello nazionale.

Lo Stadio Tsirio

E’ uno stadio polifunzionale della città di Limassol, usato prevalentemente per il calcio è lo stadio di casa delle squadre dell’Aris Limassol, dell’Apollon Limassol e dell’AEL Limassol. La struttura ha una capacità di circa 13.331 posti a sedere ed il manto del campo è in erba. Lo stadio è stato inaugurato nel 1975.

L’Apollon di Sofrōnīs Augoustī

La squadra cipriota è un avversario da non sottovalutare, proprio nella giornata di ieri ha sconfitto il Basilea estromettendolo dall’Europa League e permettendo alla Lazio di venire confermata come testa di serie. La formazione di Augoustī ha un notevole tasso tecnico, considerando la presenza di numerosi sudamericani quali Zelaya, Pereyra, Sachetti, il portoghese João Pedro ed il bomber croato Maglica, ex Hajduk Spalato.

Apollon Limassol (4-2-3-1): Bruno Vale; Vasiliou, Roberge, Yuste, João Pedro; Kyriakou, Sachetti; Schembri, Pereyra, Papoulis; Maglica. All. Augoustī.

 

Articolo precedente
Europa League, alla scoperta del Marsiglia – FOCUS
Prossimo articolo
Crespo: «Girone difficile per la Lazio. Le italiane devono tornare a dominare in Europa»