Ferrajolo: «Lazio, corsa al quarto posto più dura. Correa parte titolare»

© foto www.imagephotoagency.it

Luigi Ferrajolo ha parlato del mercato della Lazio, soffermandosi su Vedat Muriqi.

Le parole di Luigi Ferrajolo sulle frequenze dei 104.500 di Radio Radio  sul modus operandi della Lazio sul mercato

«Ci sono tanti giocatori che maturano tardi, l’età è relativa. Muriqi non lo conosciamo, non basta certamente una gara o qualche gara, in passato abbiamo preso grandi abbagli per singole gare. La tradizione della Lazio è questa, prendere calciatori da aspettare, è una politica societaria. 18 milioni per un attaccante non è una cifra spropositata, un attaccante se è buono costa quello, non c’è niente da fare. Io penso che la Lazio ha campato su Immobile ma ha bisogno di rinforzare quel ruolo, a maggior ragione se dovesse partire Caicedo. E’ chiaro però che Muriqi non entusiasmi, fosse venuto David Silva chiaramente sarebbe stato diverso, pur trattandosi di un altro ruolo. La Lazio i calciatori affermati con cifre grosse non li compra, non lo scopriamo oggi. C’è da augurarsi che possa giocare con o al posto di Immobile, anche se a me piace moltissimo Correa che credo sia ancora titolare, e che però ha caratteristiche diverse. Del resto la Lazio deve fare tre competizioni. Aver mantenuto i big significa aver conservato la Lazio sui livelli che conosciamo, squadra che vale come lo scorso anno. Temo però che possa non bastare perchè un conto è giocare la Serie A e snobbare l’Europa League, un conto è spendere energie ogni martedì o mercoledì con l’usura e lo stress che ne consegue. A questo aggiungo che la battaglia per i posti Champions quest’anno sarà più difficile, penso a Napoli, Milan, Atalanta, squadre che si sono rinforzate».