Fabiana Fiorini: “La mia famiglia ha sempre tifato Lazio. Candreva e Lulic i miei preferiti”

fiorini
© foto Lazio News 24

Un gol per scrivere la storia, Giuliano Fiorini è sicuramente uno degli uomini più amati dal popolo laziale. Proprio in occasione della ricorrenza del suo compleanno (avrebbe compiuto oggi 58 anni), la figlia del bomber, Fabiana, è intervenuta ai microfoni della trasmissione radiofonica ‘I Laziali Sono Qua’

 

Sulla sua presenza domenica scorsa allo stadio per vedere Bologna-Lazio.

“Nonostante io viva da sempre a Bologna sono tifosissima della Lazio. Sono stata in Curva San Luca, in mezzo ai laziali. Alla fine del primo tempo volevo quasi andare via, poi per fortuna la reazione della squadra ha reso positiva una domenica che era iniziata male. In famiglia abbiamo sempre tifato Lazio, anche prima che papà mi raccontasse la storia di quel gol con il Vicenza e dei suoi trascorsi in biancoceleste”.

 

Su Candreva, Lulic e il 26 maggio .

“Nonostante ultimamente sia stato anche criticato, a me piace molto Candreva. Ovviamente anche Lulic mi è rimasto nel cuore, sia per il 26 maggio, che per quello che riesce ad esprimere come persona. Mi è piaciuto molto quello che ha detto dopo il brutto striscione dei tifosi romanisti. Ricordo che il 26 maggio non ho esultato al gol, solo al fischio finale. E’ una mia abitudine”.

 

Su Stefano Pioli.

“A me il Mister piace molto. Ho avuto modo di incontrarlo a Bologna e mi ha detto che si ricordava bene di mio padre. Mi sembra molto determinato e capace di andare dritto per la sua strada, rispondendo alle critiche col lavoro”.

 

Sul momento più bello vissuto da laziale.

“La prima volta che sono venuta a Roma. Vedere e sentire l’affetto dei tifosi laziali per mio padre e la mia famiglia. Avevo sempre vissuto da lontano la passione per la Lazio. Quando ho visto la gente piangere ricordando papà, ho capito cosa significa ancora adesso la sua figura per la gente laziale”.

 

Sul momento della squadra.

“Ieri contro la Juventus, nonostante la sconfitta, la squadra non mi è del tutto dispiaciuta. Il ritmo di gioco mi è sembrato buono. Mancano concretezza e costanza sotto porta. La squadra arriva troppo poco alla conclusione”.