Diaconale: «Contro il Napoli quanta sfortuna! Malumori di Luis Alberto e Milinkovic? Vi dico che…»

diaconale
© foto www.imagephotoagency.it

Arturo Diaconale, responsabile della comunicazione della Lazio, ha detto la sua sulla gara contro il Napoli e sull’inizio stagionale dei biancocelesti

Non è partito nel migliore dei modi il campionato della Lazio: l’armata di Inzaghi è stata infatti sconfitta dal Napoli nella prima gara stagionale. Il portavoce del club biancoceleste Arturo Diaconale – intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio – ha detto la sua sulla partita e sull’avvio di campionato dei capitolini: «Se fosse finita con un pareggio nessuno avrebbe potuto dire nulla. La Lazio ha fatto una buona partita non potendo contare su Leiva e Lulic, ma soprattutto con in campo giocatori non ancora in condizione dopo il Mondiale. Il Napoli è come la maledizione di Tutankhamon, mi auguro che nel girone di ritorno questa maledizione possa finire. Speriamo che questa sfortuna finisca».

JUVENTUS«Iniziare con le squadre che hanno fatto più punti lo scorso anno è come scalare l’Everest. Prima o poi comunque si devono incontrare tutte, dicimo che così mettiamo a punto la squadra in tempi più rapidi. Sarà un campionato lungo e combattuto. La Lazio ha tutte le condizioni per far bene e far parte del gruppetto di punta della Serie A».

LUIS ALBERTO E MILINKOVIC«Malumore di Luis Alberto e Milinkovic? L’unico è quello per la sconfitta, non esistono casi legati al mercato. I ragazzi hanno voglia di rifarsi, soprattutto per come è arrivata la vittoria del Napoli. Pregiudizio iniziale di una parte della stampa che da sempre ha un atteggiamento ipercritico nei confronti della Lazio, molto spesso ingiustificato. Supereremo anche questo perché prima o poi dovranno riconoscere a questa squadra il valore che ha».

Articolo precedente
milinkovicMilinkovic vuole riprendersi la Lazio, allenamenti speciali in vista della Juve
Prossimo articolo
cataldi curva nordLazio Social, Cataldi: «Dopo 587 giorni di nuovo con l’Aquila sul petto, che emozione!» FOTO