Inzaghi: «Testa solo al Chievo senza fare calcoli. Soltanto in due sono sicuri di giocare…» – VIDEO

Simone Inzaghi è intervenuto nella sala stampa di Formello, per presentare la sfida di domani tra Lazio e Chievo Verona

La vittoria con l’Udinese di due giorni fa, ha riacceso le ambizioni Champions della Lazio, ora a tre punti di distanza dal Milan quarto. Alla vigilia del match contro il Chievo Verona, Simone Inzaghi ha presentato la sfida in conferenza stampa:

Quanto è complicata Lazio-Chievo prima della Coppa Italia?

Chiaramente sappiamo di avere un calendario fitto, dobbiamo farci trovare pronti. La testa deve essere solo al Chievo. Abbiamo bisogno di vincere e muovere la classifica.

Gestione di alcuni calciatoi?

Devo valutare alcune cose, perchè abbiamo giocato mercoledì sera. Ieri ho visto solo chi non aveva giocato con l’Udinese. Oggi dovrò capire come stanno quelli che hanno giocato. Va valutato Correa, poi sceglierò la formazione migliore per domani.

E’ un turno pro-Lazio questo, vedendo gli impegni delle rivali per la Champions?

Sulla carta ne abbiamo passate altre di vigilie pro-Lazio. Non guardo più il calendario e le altre. Sono cose su cui non si può incidere. Devo pensare solo alla mia squadra, per vincere contro una squadra che mi ha messo spesso in difficoltà.

Meglio cacciatori che lepre?

Senza dubbio la cattiveria non deve mancare mai, ci deve essere sempre. Per 50 minuti perfetta, poi abbiamo avuto un calo nel secondo tempo. Ci deve essere ferocia agonista, sappiamo di essere in ritardo. 

Punto infortunati

Marusic e Radi ieri si sono allenati bene, anche loro sono da valutare. Correa bisogna vedere come andrà oggi la rifinitura.

Concentrazione…

Sicuramente dobbiamo tenere alto l’approccio, la condizione. Sappiamo di affrontare una classifica scomoda. Il Chievo ha una classifica bugiarda, ha pareggiato di recente con l’Atalanta. Sono retrocessi, ma se la giocheranno.

Un giudizio sulle italiane in Europa?

Bisogna arrivarci bene ai quarti, l’anno scorso noi ci siamo arrivati e si è parlato tanto della nostra eliminazione. Napoli e Juve non ci sono arrivate bene. In queste partite bisogna arrivare con una grande condizione.

Come sta la Lazio?

La Lazio sta bene, nonostante abbiamo perso tanti punti. I ragazzi sanno della grande posta in palio. Al posto di Leiva giocherà Badelj. Ho fiducia in lui, si è calato bene nella nostra realtà. Parliamo di un grande giocatore, sta sempre con noi e si è integrato bene. Sono contento di lui anche come uomo. Purtroppo per lui ha davanti Lucas che per noi è fondamentale. 

Rispetto all’andata cosa è cambiato?

Dovremo stare sul pezzo, perchè affrontiamo una squadra con la mente libera. Servirà concentrazione. Dall’andata siamo migliorati molto. Sono cresciute le nostre certezze, ma dobbiamo dimostrarle domani alle 15:00.

Cosa cambia con Badelj?

Devo valutare. Il modulo sarà lo stesso. Badelj e Luis Alberto giocheranno, per l’altro posto devo scegliere tra Milinkovic e Parolo. Dovrò valutare anche Cataldi che aveva un affaticamento al polpaccio. Poi non ho ancora deciso chi giocare dietro e sugli esterni.

Immobile?

Il ragazzo è sereno. Mi dispiace che ci si focalizzi sul fatto che non segni. Con l’Udinese ha corso molto e ha messo qualità nell’assist a Caicedo. Vedremo anche lui come sta e se ha recuperato perchè ha speso molto. Da lui ci si aspettano sempre i gol, ma bisogna guardare le sue prestazioni, non solo le realizzazioni.