Connettiti con noi

Europa League

Sarri: «Il derby è già il passato, alla Lazio sto benissimo con tutti»

Pubblicato

su

Conferenza stampa Sarri, il tecnico presenta la sfida d’Europa League tra Lazio e Lokomotiv Mosca. Ecco le sue parole

Mister Sarri, alla vigilia del match tra Lazio e Lokomotiv, ha risposto alle domande dei cronisti in conferenza stampa. Ecco le sue parole:

GARA DI DOMANI – «Giocare con alte motivazioni una partita riesce a tutti, farlo per molti mesi riesce a pochi, farlo per 10 mesi riesce solo ai vincenti. Per noi è un test, dobbiamo continuare a giocare con motivazioni molto alte».

POSSIBILE TURNOVER – «La situazione della squadra la valuteremo oggi, non hanno mai fatto allenamenti insieme fino a questo momento, vediamo oggi chi sarà più stanco. Assurda la Lega che ci ha messo una partita a 61 ore dalla fine di una partita Europea: assurdo, ma dobbiamo adattarci».

POLEMICHE POST DERBY – «Le mie valutazioni sono che Leiva ha subito fallo e non viceversa, si protesta su un rigore in cui Zaniolo era fuorigioco. Il rigore dato alla Roma lo hanno visto solo arbitro e VAR, io vedendo per due giorni le immagini non l’ho capito. Non mi interessa e non mi interessa più parlare della Roma. I punti li abbiamo fatti e ora dobbiamo pensare a domani. Il derby è passato ma la stagione non dura due partite. Dobbiamo pensare alla partita europea di domani».

MURIQI – «Muriqi ci sta dando una mano e si è visto anche nelle ultime due partite entrando 5 minuti con grande determinazione. A Torino ci ha preso un rigore. Sta facendo quello che gli stiamo chiedendo, potrebbe dare anche di più, ma al momento sta giocando con una determinazione non comune».

DERBY COME SVOLTA – «Non so se il derby sarà una svolta, le stagioni e i gruppi sono tutti diversi. La squadra deve solo concentrarsi sulla gara di domani che sarà delicata e molto difficile vista anche la sconfitta nella prima giornata. La Lokomotiv è una squadra rognosa, con la Juve soffrimmo».

PRECEDENTI CON LA JUVE – «Nella partita di andata siamo andati in svantaggio e l’abbiamo risolta grazie a Dybala, ritorno vinta al 92′ grazie a Douglas Costa. Partite non semplici, dovremo stare attenti».

SCEGLIERE LA LAZIO – «Sinceramente io credo di aver fatto la scelta giusta, qui sto benissimo, mi diverto, i ragazzi si applicano molto in allenamento poi le partite sono diverse. Con la società mi trovo bene. In questo momento io qui sto benissimo».

FORMAZIONE – «Non so ancora chi partirà dall’inizio domani, è ancora presto e gli allenamenti non sono indicativi per ora. Chi ha giocato ha fatto solo defaticante. Oggi pomeriggio e domani mattina deciderò. Pensare di fare un lavoro oggi pensando che ti porti benefici a lungo andare è una cazzata».

LUIS ALBERTO – «A me che Luis Alberto non sia uscito tranquillo non importa nulla, anzi mi fa piacere. Chi esce senza arrabbiarsi è un calciatore morto. Luis Alberto è un grande giocatore e può ancora migliorare molto. Così posso pretendere ancora di più da lui e lo farà lui stesso».

BARINOV – «Barinov è un buon giocatore, centrocampista completo sia a due che come vertice basso. Ha giocato anche da difensore centrale, quindi è un calciatore multiusi. Giocatore di alto livello».