Conferenza Inzaghi: «Dobbiamo rimanere umili. Verona? E’ la rivelazione del campionato» VIDEO

lazio inzaghi
© foto As Roma 02/02/2020 - campionato di calcio serie A / Lazio-Spal / foto Antonello Sammarco/Image Sport nella foto: Simone Inzaghi

Conferenza stampa Inzaghi, le parole del tecnico della Lazio alla vigilia del match contro il Verona in programma domani alle 20:45

Tutto pronto in casa Lazio in vista del recupero con il Verona in programma domani sera all’Olimpico. Mister Simone Inzaghi è intervenuto nella consueta conferenza stampa della vigilia. Ecco le sue parole.

L’IMPORTANZA DI VINCERE ANCORA«Io penso che domani sia una partita molto importante perchè la vittoria sia importantissima per la classifica. Dobbiamo essere bravi a guardare la classifica e mancano 17 partite. Il match di domani sarà fondamentale e molto difficile da giocare. Ho qualche giocatore con dei problemi anche prima del match con la Spal e avrò l’allenamento di oggi per capire chi può recuperare e chi no. Sicuramente le vittorie danno la giusta carica alla squadra».

PERICOLO DIFFIDATI – «Per quanto riguarda i cartellini non penso che le mie decisioni mi facciano influenzare dai diffidati. L’unica cosa che mi preoccupa è la condizione fisica dei miei ragazzi».

IMMOBILE-CAICEDO: UNA COPPIA AFFIATATA «Il tridente d’attacco Immobile, Caicedo e Correa è veramente affiatato: ogni volta che segna uno dei tre, gli altri due sono lì ad esultare. Con l’infortunio di Correa, ho chiesto maggiore impegno agli altri due».

SITUAZIONE INFERMERIA – «Rimangono indisponibili Correa e Cataldi, da valutare le loro condizioni dopo la partita col Verona. Tra oggi e domani dovrò valutare le condizioni di Luiz Felipe. Lulic sta bene, l’ha dimostrato la sua prestazione contro la Spal».

PANCHINA D’ORO – «Non sono riuscito a fare i complimenti di persona a Gasperini ma ha fatto veramente delle grandi cose con l’Atalanta. Non ero presente ma sarei stato indeciso su D’Aversa perché ha fatto grandi cose col Parma».

OBIETTIVI DA RAGGIUNGERE – «Con la società parlo di Champions e della crescita della rosa. Dobbiamo rimanere concentrati perchè dobbiamo lottare partita dopo partita. E’ una settimana molto intensa e le prossime due sfide saranno fondamentali. Noi abbiamo tanta consapevolezza di quello che siamo e di cosa possiamo raggiungere. Abbiamo vinto trofei importanti e mostriamo un calcio veramente buono. L’ultimo fine settimana ha dimostrato che questo campionato è veramente ostico. La partita col Verona sarà veramente e se la vinciamo vuol dire secondo posto. Dovremmo fare una partita dimportante avvero importante e daremo il tutto per tutto. Dobbiamo rimanere spensierati e umili: basti pensare al match con la Spal ma non è stata facile dall’inizio».

COME SARA’ IL MATCH CON IL VERONA – «Io penso che non sia un problema di calendario, dobbiamo attenerci alle partite che ci saranno. Anche il Verona giocherà di nuovo sabato. Il Verona è la sorpresa del campionato, i punti che ha ottenuto finora non glieli ha regalati nessuno. Contro Juventus e Inter avrebbe meritato di più e i ragazzi sono consapevoli della difficoltà del match di domani. Confidiamo nel pubblico che sarà fondamentale per domani».

COSA PENSA DI ADEKANYE – «Bobby ha veramente degli ampi margini di crescita. Non aveva mai avuto approccio ai grandi campionati e secondo me domenica ha dimostrato di meritarsi di stare con la Lazio».

Iscriviti gratis alla nostra Newsletter

Privacy Policy