Eintracht Francoforte, Hütter e Russ: «Lazio favorita del girone, ma noi saremo compatti»

© foto @Twitter ufficiale EINTRACHT Francoforte

Adolf Hütter e Marco Russ hanno presentato la sfida tra Eintracht Francoforte e Lazio, durante la conferenza pre gara

Torna l’Europa League e l’Eintracht Francoforte è il secondo avversario del cammino internazionale della Lazio. In attesa delle parole di mister Inzaghi, ecco la conferenza stampa del tecnico Adolf Hütter accompagnato dal difensore Marco Russ:

«Se sentiamo già l’attesa? Abbiamo cominciato a sentirla già all’inizio della stagione, non vedevamo l’ora di giocare queste sfide. Anche il pubblico non vede l’ora. Abbiamo iniziato facendo tre punti, ma ora affronteremo una squadra fortissima, la favorita del girone. Dovremo prepararla al meglio per fare bene. Paragone tra Marsiglia e Lazio? Queste due sono le favorite del gruppo. Già contro il Marsiglia abbiamo fatto una buona partita, ma anche la Lazio è andata bene. Ha cambiato molto dalla sfida con il Salisburgo, ci sono nuovi giocatori. Sono molto disciplinati, giocano con il 3-5-2, ma hanno una partita importante domenica con la Fiorentina, quindi bisognerà vedere chi giocherà, se schiereranno Milinkovic, se vedremo Immobile. Turnover? Non posso dire nulla, figuriamoci quali giocatori scenderanno in campo. Ma consideriamo anche la sfida contro l’Hoffenheim di domenica, quindi domani qualcuno entrerà in campo e qualcun altro si riposerà. Infortuni? Ci siamo tutti, tranne Abraham e Salcedo. Russ? Non so se domani giocherà, se lo farà metterà in campo tutta la sua esperienza».

LAZIO – «I punti deboli della Lazio? Non posso parlarne. Sicuramente abbiamo analizzato la sfida, ma non vi dico di certo quello che abbiamo trovato. Quello che è sicuro è che domani scenderemo in campo per dare tutto. Immobile? Un grandissimo attaccante, ha avuto successo anche in Europa League. Ho visto tante partite sue, come della Lazio. Ma non c’è solo lui da monitorare. La Lazio è forte, ha verticalità, poi è sempre messa bene in campo. Per questo dovremo stare attenti a tutti. Milinkovic? Si deve fare attenzione a giocatori come lui, di grandissima qualità. Vedremo se scenderà in campo. Di sicuro lo marcheremo tutto il tempo. Sappiamo che giocatore è. Ho giocato con suo padre quando lui era solo un bambino: incredibile la sua crescita. Dobbiamo tornare alla base, dovremo essere disciplinati tatticamente, compatti in difesa. Dobbiamo ripartire bene e approfittare del fatto che siamo in casa, cercando di controllare la partita e creare opportunità».


Le parole di Marco Russ

«Queste partite internazionali sono i frutti da raccogliere dopo la stagione scorsa e la vittoria con la Coppa di Germania. È il culmine per noi, per la città. Alcuni tra i nostri giocatori non hanno mai affrontato una sfida così, non sanno cosa aspettarsi nemmeno dal pubblico, elettrizzato per questo grande evento. Lo stadio infatti è tutto esaurito. Guzman e Fernandez hanno giocato tante partite internazionali, hanno molta esperienza. Anch’io ne ho. Il nostro compito sarà quello di guidare i più inesperti e permettere che si godano questa sfida. Ho giocato contro Immobile quando ero al Wolfsburg. Vediamo domani se giocherò. Mi comporto come un professionista, con l’Apoel Nicosia sono sceso in campo come capitano. Dopo la malattia, tornare in campo e vincere la Coppa sono stati momenti incredibili. Giocare partite così, magari in qualità da capitano, è un onore, ma non dovesse accadere, mi godrò comunque la serata».

 

Articolo precedente
LeivaLeiva, vicinissimo il rinnovo per il brasiliano
Prossimo articolo
Pioli coppa italiaFiorentina, Pioli: «A Roma avevo un coinvolgimento diverso. Chiesa? È tranquillo»