Buffon sul suo futuro: «Sono alla ricerca della giusta emozione…»

© foto www.imagephotoagency.it

Gianluigi Buffon in cerca di una nuova sfida: le sue parole

Eterno. E’ questo l’aggettivo che si può attribuire ad un campione come lui. Alla soglia dei 42 anni Gianluigi Buffon non si vuole fermare ed è in cerca di una nuova squadra dopo aver terminato l’esperienza al PSG. Il portiere dopo aver smesso con i francesi, è stato accostato a tantissimi club. Tra questi c’è anche la Lazio (QUI la notizia). L’affetto e la stima che lo legano ai colori biancocelesti e alla Curva Nord è datata. Buffon, in un’intervista al Corriere dello Sport, sul suo futuro ha ammesso: «Già cinque mesi fa il PSG mi aveva anticipato che a fine campionato mi avrebbe proposto il ruolo di secondo. Da gennaio ho avuto tutto il tempo per pensarci su e sono giunto alla conclusione che non fa per me, così ho rinunciato a tanti soldi (8 milioni, nda) e all’opzione per un altro anno. La loro richiesta era assolutamente legittima, comprensibile e l’offerta allettante. Ma, a 41 anni, ho un bisogno quasi fisico dell’emozione, sono appunto alla ricerca dell’emozione». 

Poi prosegue. «Oggi mi ritrovo come un’estate fa, ovvero in una straordinaria condizione di serenità, in uno stato di totale relax dove tutto è aperto e tutto si può chiudere tra dodici mesi come tra quindici giorni. Qualche bella proposta mi è arrivata, ma se mancherà la spinta che desidero potrò decidere di regalarmi un anno tutto per me, tutto mio. Un anno di formazione». 

Da dirigente all’allenatore, la strada da intraprendere Buffon non l’ha ancora decisa. «Vorrei frequentare il corso allenatori, il corso per direttore sportivo, quello per dirigente d’azienda, mi piacerebbe perfezionare la conoscenza dell’inglese. In due parole, vorrei strutturarmi per tenere aperte tutte le opzioni».